Italia

Da Mps alle regole sui licenziamenti, ecco gli articoli più letti nel…

sul sito del sole 24 ore

Da Mps alle regole sui licenziamenti, ecco gli articoli più letti nel 2017

Le inchieste sulle banche, ma anche la tecnologia, la cronaca del terremoto di Rigopiano, i giovani in cerca di lavoro che decidono di lasciare l’Italia, le novità in materia di lavoro e licenziamenti e l’attentato di Barcellona. Questi sono solo alcuni degli argomenti più letti sul sito del Sole 24 Ore nel 2017, un anno che è stato ricco di notizie di attualità ma anche di novità normative e finanziarie che i giornalisti e gli esperti del Sole hanno cercato di spiegare ai lettori. Ecco la classifica dei dieci temi più letti dell’anno.

I grandi debitori insolventi di Mps
Al primo posto degli articoli più letti c’è l’inchiesta sui grandi debitori del Monte dei Paschi di Siena. Un lungo elenco di nomi illustri: dai grandi imprenditori, agli immobiliaristi, al sistema delle coop rosse fino alla giungla delle partecipate pubbliche della Toscana.

Il comandante in fuga
Ha fatto discutere e riflettere la testimonianza di Adriano Ingrosso, il giovane comandante di Ryanair che ha raccontato al Sole 24 Ore perché ha lasciato la compagnia aerea e perché - a suo avviso - i giovani italiani dovrebbero lasciare l’Italia e cercare lavoro all’estero. «I nati dal 1975 in poi - scriveva - non hanno quasi nessuna responsabilità nella creazione del debito abnorme che ha garantito un benessere (economicamente insostenibile e quindi fasullo) alle generazioni precedenti, a scapito di quelle successive. Attenzione: bisogna trattare bene i pochi giovani coraggiosi che sono rimasti (ormai ci vuole più coraggio per restare che per andarsene), altrimenti sarete costretti a ripagarvi da soli quel debito».

Il digitale terrestre

La velocità con cui la tecnologia si evolve e migliora i prodotti è incredibile: si fa fatica a star dietro a tutte le novità. Ecco perché il terzo articolo più letto è stato quello con il quale si spiegava “Come capire se la tua tv è in regola con il digitale terrestre”. Il motivo è abbastanza facile da intuire: nel 2020 si entrerà nella seconda era del digitale terrestre con il passaggio a nuove frequenze televisive. Le persone, quindi, hanno avuto bisogno di capire se avrebbero dovuto comprare un nuovo televisore o se il loro vecchio apparecchio gli permetterà di guardare i programmi tv.

La Siria
Ha destato molta preoccupazione l’attacco chimico avvenuto in Siria nello scorso mese di aprile: il quarto articolo più letto è stato proprio quello in cui si raccontavano le conseguenze dell’attacco che ha causato più di 70 morti e oltre 170 feriti.

La tragedia dell’hotel Rigopiano
Nel gennaio scorso in Abruzzo si è verificata una tragedia che ha tenuto tutto il Paese con il fiato sospeso: forti scosse di terremoto hanno causato una slavina che ha travolto l’hotel Rigopiano, causando 29 vittime. Le operazioni di soccorso sono durate giorni, e in quelle ore il sito del Sole 24 Ore ha fornito un aggiornamento costante.

I criteri per il licenziamento

Quali sono i criteri che giustificano un licenziamento per scarso rendimento? Una sentenza della Corte di cassazione dello scorso febbraio ha riportato l’attenzione su questo tema. In un articolo pubblicato sul sito del Sole 24 Ore sono stati ricapitolati alcuni indici la cui esistenza costituisce prova dello scarso rendimento del lavoratore.

L’attentato di Barcellona
L’estate europea è stata sconvolta dall’attentato jihadista avvenuto ad agosto sulle Ramblas di Barcellona. Uno degli articoli più letti dell’anno è stato quello in cui si spiegava perché dopo 13 anni la Spagna fosse tornata nel mirino. «Non bisogna mai dimenticare - scriveva Alberto Negri - che cosa significa la penisola iberica nell’immaginario del mondo musulmano su cui puntano le organizzazioni terroristiche di matrice islamica: questo è Al Andalus, il nome che gli arabi hanno dato a quei territori della Spagna, del Portogallo e della Francia occupati dai conquistatori musulmani (conosciuti anche come Mori) dal 711 al 1492. Molti musulmani credono che i territori islamici perduti durante la riconquista cristiana della Spagna appartengano ancora al regno dell’Islam e i più radicali sostengono che la legge islamica dia loro il diritto di ristabilirvi la dominazione musulmana».

Chiuso il sito GliStockisti
Tutti gli appassionati di elettronica a caccia di offerte online conoscevano il sito internet GliStockisti, noto per i prezzi bassi a cui vendeva smartphone, tablet, pc e altri strumenti. Per questo la notizia della chiusura del sito è stata una delle più lette dell’anno. Il motivo per il quale la polizia postale ha oscurato il portale è che i gestori evadevano l’Iva.

Il «sorpasso» della benzina

Tutte le notizie che ruotano attorno al mondo delle auto hanno un elevato numero di lettori. Il primato del 2017 spetta all’articolo che annunciava il sorpasso della benzina sul diesel. Sulla dinamica pesano vari fattori: dal dieselgate Volkswagen, alle normative sulle emissioni sempre più onerose da rispettare. «A determinare il sorpasso - si legge nell’articolo - ci sono anche fattori di mercato: il 2017 ha visto un rialzo delle vendite nell’area europea (+4,5 % nei primi otto mesi) trainato soprattutto dalle vendite a privati di vetture di piccola cilindrata, che sono alimentate soprattutto a benzina; nei segmenti inferiori, quelli preferiti dalle famiglie, si è anche ridotta l’offerta delle case automobilistiche a causa degli alti costi dei sistemi di trattamento allo scarico necessari per rispettare le normative più recenti».

I cattivi affari della Santanchè
Ha attirato l’attenzione dei lettori la notizia dei pignoramenti a carico di Daniela Santanchè. L’articolo - tra i più letti sul sito - ricostruiva tutti i cattivi affari della “pitonessa”.

© Riproduzione riservata