Italia

Una carriera a Bruxelles: chi è Mario Nava, il nuovo capo…

  • Abbonati
  • Accedi
NOMINE

Una carriera a Bruxelles: chi è Mario Nava, il nuovo capo della Consob

Mario Nava
Mario Nava

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
BRUXELLES – Il futuro nuovo presidente della Consob, Mario Nava, è tra i funzionari comunitari più preparati nel mondo complesso dei servizi finanziari. Accanto a una innegabile competenza tecnica, l'economista milanese ha anche una esperienza politica. Ha collaborato con Romano Prodi, quando questi era presidente della Commissione europea (2001-2004), e con Mario Monti, quando questi era commissario europeo (1995-2004).

Nominato oggi dal Consiglio dei ministri, Mario Nava ha compiuto tutta la sua carriera nell'esecutivo comunitario. Dal maggio del 2016 è stato direttore per il monitoraggio del sistema finanziario e gestione delle crisi presso la Direzione generale dedicata ai servizi finanziari. In precedenza, dal 2009 al 2013, fu il responsabile dell'unità Banche e Conglomerati Finanziari. Dal 2004 al 2009, guidò l'unità Infrastruttura dei Mercati Finanziari, sempre alla Commissione europea.

In questi anni è stato in prima linea nel riformare il sistema finanziario europeo dopo la grave crisi scoppiata nel 2008. Insieme all'allora commissario al settore finanziario Michel Barnier ha contribuito a fare adottare in Europa una nuova regolamentazione del mercato bancario, dopo la liberalizzazione degli anni 90. L'esperienza nei gabinetti Prodi e Monti lo ha avvicinato alla «Grosse Politik». È ritenuta persona prudente, e attento agli equilibri politici.

«Mi sembra una buona cosa per l'Italia e per l'Europa», commenta Sylvie Goulard, ex europarlamentare francese che ha conosciuto Mario Nava nel gabinetto Prodi. «Per l'Italia prima di tutto perché l'uomo coniuga competenza tecnica e distanza rispetto ai giochi politici degli ultimi anni. Può quindi ridare serenità in un campo dove le tensioni sono state elevate. Poi, è una buona cosa per l'Europa perché la sua nomina potrà contribuire a riportare fiducia tra i partner».

Il settore finanziario italiano è fonte di preoccupazione in molte capitali europee. L'alto debito pubblico e l'elevato ammontare di sofferenze creditizie pesano sull'economia italiana ma anche europea in un momento in cui si discute di unione bancaria e di nuove responsabilità in solido tra i paesi membri. La signora Goulard è dell'avviso che il nuovo presidente della Consob potrà rassicurare i partner europei sul lavoro dell'Italia nel risanare il proprio sistema finanziario.

Mario Nava è nato a Milano nel 1966. Si è laureato in economia alla Università Bocconi (1989), per poi studiare all'Università cattolica di Lovanio in Belgio (dove ha ottenuto un Master's nel 1992) e infine alla London School of Economics (dove ha completato gli studi con un dottorato in finanza nel 1996). In questi anni a Bruxelles ha dimostrato innegabili doti di comunicazione, capace di spiegare semplicemente anche questioni tecnicamente molto complesse.

© Riproduzione riservata