Motori24

Dossier Bosch presenta l'assistente vocale per parlare con le auto

    Dossier | N. 51 articoliSpeciale Ces 2018, così la tecnologia cambia l'automobile

    Bosch presenta l'assistente vocale per parlare con le auto

    C'è un assistente vocale ormai per tutti e anche l'auto ha bisogno del suo. L'obiettivo è di eliminare le distrazioni, consentendo di guidare e pensare solo a quello. “Abbiamo deciso di trasformare l'assistente vocale in passeggero” ha dichiarato Dork Hoheisel, membro del Board di Robert Bosch GmbH. Il suo nome è Casey e consente al conducente di gestire il sistema di navigazione, l'aria condizionata o di rispondere al telefono. Ci sono voluti dieci anni per la progettazione e lo sviluppa ma alla fine il sistema è disponibile per un'ampia popolazione essendo in grado di capire la struttura di frasi naturali in oltre 30 lingue compresi dialetti e accenti. Il conducente attiva il sistema dicendo “Ehi Casey” o utilizzando il nuovo nome scelto.

    Abbiamo provato Casey al CES 2018 di Las Vegas a bordo di una Cadillac Escalade abbiamo provato il funzionamento di Casey. Sono sostanzialmente tre le funzioni su cui vorremmo soffermarci. La prima riguarda il riconoscimento del conducente quando sale a bordo, sia attraverso la sua voce che da una telecamera posta sul cruscotto. La seconda, riguarda la ricerca di parcheggio: nel navigatore si cerca il parco sosta più vicino, visualizzando anche i relativi costi. Alla fine, sarà il conducente a scegliere quello che preferisce e a dare avvio alla navigazione. Infine, i tre display touch. una triade perfettamente integrata e in grado di comunicare tra loro. Il display ha uno schermo touch in grado di far sentire il “tasto” allo sfioramento. (Gi.Pa.)

    © Riproduzione riservata