Italia

Di Maio: se non raggiungiamo il 40% appello alle forze politiche per…

GRILLO: LASCIARE M5S? «IDIOZIE SPARATE A CASACCIO»

Di Maio: se non raggiungiamo il 40% appello alle forze politiche per dare governo a Paese

Il candidato premier M5S Luigi Di Maio (Ansa)
Il candidato premier M5S Luigi Di Maio (Ansa)

Di Maio apre ad alleanze se il 4 marzo il M5S non raggiunge il 40%: «Dovremo fare un appello pubblico a tutte le forze politiche presenti in Parlamento per dare un governo a questo Paese», ha detto in un’intervista a Tgcom24. «Sarà un accordo sul programma, non sulle poltrone. Diremo mettiamo insieme le priorità e attuiamole in 5 anni di legislatura», ha spiegato.Da Ivrea, dove in mattinata ha presentato presentare il candidato sindaco Pentastellato Massimo Fresc, ha lanciato un messaggio: «Non rassegniamoci alle poche nascite favorendo l’immigrazione. Prima sosteniamo le nostre famiglie che decidono di avere dei figli».

Grillo: lasciare il Movimento? Idiozie sparate a casaccio
Intanto Grillo fa sapere che non lascerà il movimento e attacca oi media: «Manca pochissimo alle urne, sarei come un jazzista che si dà al liscio», ha scritto in un intervento oggi sul Fatto Quotidiano.

Grillo: Lasciare il movimento? Una grandinata di fake news
«Perché - si è chiesto Grillo nella lettera pubblicata - in mezzo a questo uragano di idiozie sparate a casaccio nessuno si sbaglia e dice il contrario? In realtà è un caos controllato: “Grillo lo ha fondato, ne è il garante in tutti i sensi, se è lui ad andarsene significa che il movimento sta tradendo se stesso”. Sono quasi commosso da questo riconoscimento così inatteso». «L’unico modo che ha trovato la vecchia politica per sopravvivere - ha osservato Grillo - è il caos: disseminare di incandidabili i media, trasformando la campagna elettorale in una nebbia di dicerie con l’obiettivo di confondere la gente, distrarla perché non veda la loro inconsistenza. Così mettono insieme l’ex badante della nipote di Mubarak (incandidabile! Meno della nipote) con la “Lega non più Nord”».

Renzi? Aveva giurato di non fare più politica se avesse perso il referendum
«E Renzi - ha proseguito Grillo nella lettera -? Aveva giurato di non fare più politica se avesse perso il “referendum sulla Costituzione”. Nel frattempo compare un altro “soggetto politico” autoproclamatosi “Liberi ed Eguali”. Insomma…non è una campagna elettorale, sono tutti fantasmi di se stessi, è uno psicodramma di controfigure destinato a distruggere la sovranità del nostro Paese». «Sarà l'Europa - aggiunge - a dire chi governerà l’Italia se non usciamo da questo bioparco monospecie».

© Riproduzione riservata