Italia

Più migranti giunti in Sardegna dall’Algeria nel 2017

  • Abbonati
  • Accedi
LA FOTOGRAFIA DELL’UNHCR

Più migranti giunti in Sardegna dall’Algeria nel 2017

Sono numeri bassi se confrontati con il totale dei migranti che hanno raggiunto l’Italia nel 2017 - 118mila circa, meno 34% rispetto al 2016 - ma i dati forniti dall’Unhcr, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, sulle persone che dall’Algeria hanno raggiunto via mare la Sardegna mettono in evidenza una crescita rispetto al 2016: 884 persone in più. Ieri il ministro dell’Interno Marco Minniti ha incontrato a Nuoro il governatore della Sardegna Francesco Pigliaru. È stato deciso di mandare avanti il progetto per la realizzazione del Centro di permanenza per il rimpatrio (Cpr) di Macomer, nel centro dell’isola.

Nel 2017 giunte 1.486 persone: erano 602 nel 2016
L’anno scorso, rileva l’Unhcr, sono giunte in Sardegna 1.486 persone (si tratta degli arrivi registrati; quelli stimati sono 1.533). Erano 602 nel 2016. Nove le aree di approdo: Assemini, Cagliari, Carbonia Iglesias, Isola di Toro, Porto Pino, Sant’Antioco, Su Giudeu, Sulcis e Teulada. Ottocento persone circa sono giunte a Cagliari, 175 nel Sulcis e 145 a Teulada. Nel 2016 tra i punti di approdo c’erano anche Domus de Maria e Sant’Anna Arresi.

Pigliaru: sbarchi in calo
Il governatore della Sardegna segnala una riduzione degli arrivi dall’Algeria. «L’anno scorso - ha ricordato Pigliaru - siamo andati dal ministro Minniti a portare le nostre rimostranze. Chiedevamo azioni rispetto al problema degli sbarchi dei migranti provenienti dall’Algeria e il ministro ha messo in campo le azioni che ci aspettavamo. Le risposte sono state le quote e regole chiare. L’anno scorso con gli sbarchi eravamo al 3,4% rispetto alla popolazione, ora siamo scesi al 2,9%. Tutto questo - ha concluso il governatore sardo - è stato possibile grazie una buona collaborazione istituzionale».

© Riproduzione riservata