Italia

Programma e nuovo simbolo M5S. Grillo: «Siamo nella fase…

al Viminale

Programma e nuovo simbolo M5S. Grillo: «Siamo nella fase adulta»

Nuova corsa, nuovo simbolo con il sito del Blog delle Stelle in bella vista, a sancire il ritorno nelle mani di Beppe Grillo del suo blog personale. Ma anche a stroncare sul nascere la causa che gli iscritti alla prima associazione Movimento 5 Stelle, creata nel 2009, si accingono a presentare al tribunale di Genova. Stamane al Viminale Luigi Di Maio, con Grillo e Davide Casaleggio hanno depositato il marchio e il programma. E il comico suggella così la metamorfosi del Movimento: «Siamo nella fase adulta, guardate quanto sono belli». Decisa la frenata sulle possibili alleanze dopo il voto: «Alleanze con chi ci sta? Sono domande senza senso - ha detto Grillo - è come dire che un giorno un panda potrà mangiare carne cruda. Noi mangiamo solo cuore di bambù. L’unica forza politica nuova siamo noi».

Sì a investimenti produttivi in deficit
Il faldone con il programma del M5s contiene i capitoli della piattaforma con i punti votati sul web nei mesi scorsi. Per l'economia confermata la volontà di investimenti produttivi in deficit, pacchetto semplificazioni per le imprese, riforma Irpef per alleggerire il ceto medio, revisione delle tax expenditures, tagli agli sprechi e riorganizzazione delle partecipate. C'è anche la Banca pubblica degli investimenti, la separazione tra banche d'affari e commerciali e il rafforzamento degli organi di garanzia.

Siparietto con Calderoli
In coda per entrare al ministero dell'Interno c'era anche Roberto Calderoli della Lega. «In che rapporti siete voi due?», ha chiesto Grillo al suo senatore Vito Crimi. «Siamo compagni di banco». Ironia sull'ipotesi di un'alleanza post-voto con il Carroccio. Di Maio ha ribadito: «Siamo qui perché la prima forza politica del Paese deposita programma e nuovo simbolo, con il Blog delle Stelle che diventa la voce del Movimento. Beppe continua a stare con noi e sul suo blog a parlare di temi innovativi e della visione del Paese nei prossimi 20-30 anni». Una risposta ai rumors che davano Grillo sempre più stanco e defilato dalla campagna elettorale.

© Riproduzione riservata