Lifestyle

Sei Nazioni, la prima vittoria è l’Olimpico esaurito

rugby

Sei Nazioni, la prima vittoria è l’Olimpico esaurito

(Ansa)
(Ansa)

ROMA - In un'annata che si preannuncia difficile, con prospettive di confronti ancora più duri del solito, la prima buona notizia a proposito del Sei Nazioni arriva ancora prima che il torneo cominci. A darla, nel corso della presentazione dell'evento cui hanno partecipato tra gli altri i 34 azzurri impegnati in questi giorni in ritiro, è stato il presidente della Federazione italiana rugby Alfredo Gavazzi: «Domenica 4 febbraio per Italia-Inghilterra l'Olimpico sarà al tutto esaurito». Come dire che l'Inghilterra non si smentisce mai: è l'unica Nazionale europea ad averci sempre battuto, ma nello stesso tempo è quella che garantisce il pienone sugli spalti, anche grazie a un forte contingente di supporter che non si perdono la chance di una vacanza romana.

Giovanni Malagò, padrone di casa visto che la presentazione è avvenuta nel Salone d'onore del Coni, ha ricordato che nel 2012 toccò proprio allo squadrone in bianco “inaugurare” l'Olimpico nella veste di stadio del Sei Nazioni. «Una nevicata eccezionale colpì Roma proprio in quelle giornate, ma la partita si giocò regolarmente e per noi fu un ottimo spot».

Tutto pronto, dunque, per una nuova edizione della competizione ovale più antica del mondo, che quest'anno avrà uno sponsor “seminuovo”: nel senso che Royal Bank of Scotland consegna il testimone a NatWest, che è un suo ramo retail operativo soprattutto in Inghilterra e Galles. Non cambia invece il main sponsor dell'Italia, che sarà ancora Crédit Agricole: è la dodicesima stagione consecutiva per il colosso del credito transalpino, il cui marchio è ormai definitivamente subentrato alla “rappresentante” italiana Cariparma.

Un'altra novità, che in realtà è una conferma, è il prolungamento per quattro anni del contratto tra Six Nations Limited e Discovery, che si è nuovamente aggiudicata i diritti tv per l'Italia: tramite DMax continuerà a trasmettere, in diretta e in chiaro, tutti i match del torneo. Con l'aggiunta delle partite dell'Italia femminile, che invece andranno in diretta su Eurosport.

A fare il punto tecnico è stato il ct Conor O' Shea, che non ha nascosto la contrarietà dei pronostici: «È importante - ha spiegato - avere la consapevolezza che se giochiamo contro un'avversaria che dà il massimo non ci sarà possibilità di vittoria. Allora diciamo che l'obiettivo è giocare sempre al 100 per cento e giudicare noi stessi sulla base delle prestazioni, facendo crescere i tanti giovani che fanno parte del gruppo». Sperando che qualche défaillance degli avversari arrivi proprio nel giorno in cui sbaglieremo poco o nulla.

I convocati azzurri *
Piloni: Ferrari, Pasquali, Quaglio (Benetton Treviso); Lovotti (Zebre)
Tallonatori: Bigi (Benetton); Ghiraldini (Stade Toulousain); Fabiani (Zebre)
Seconde linee: Biagi (Zebre); Budd, Fuser, Ruzza, Zanni (Benetton)
Terze linee: Giammarioli, Mbandà (Zebre); Licata (Fiamme Oro); Negri da Oleggio, Steyn (Benetton); Parisse (Stade Francais); Polledri (Gloucester)
Mediani di mischia: Gori, Tebaldi (Benetton); Violi (Zebre)
Mediani di apertura: Allan, McKinley (Benetton); Canna (Zebre)
Centri/ali/estremi: Bellini, Bisegni, Boni, Castello, Minozzi, Padovani (Zebre); Benvenuti, Hayward (Benetton), L. Sarto (Glasgow Warriors).
* Nel corso della settimana La Rosa in vista dei primi due impegni, contro Inghilterra e Irlanda, sarà ridotta da 34 a 31 elementi

Il Sei Nazioni 2018
Primo turno. Sabato 3 febbraio: Galles-Scozia (ore 15.15); Francia-Irlanda (17.45). Domenica 4: Italia-Inghilterra (16.00).
Secondo turno. Sabato 10 febbraio: Irlanda-Italia (15.15); Inghilterra-Galles (17.45). Domenica 11: Scozia-Francia (16.00).
Terzo turno. Venerdì 23 febbraio: Francia-Italia (21.00, a Marsiglia). Sabato 24: Irlanda-Galles (15.15); Scozia-Inghilterra (17.45).
Quarto turno. Sabato 10 marzo: Irlanda-Scozia (15.15); Francia-Inghilterra (17.45). Domenica 11: Galles-Italia (16.00).
Quinto turno. Sabato 17 marzo: Italia-Scozia (13.30); Inghilterra-Irlanda (15.45); Galles-Francia (18.00).
Tutti i match saranno trasmessi in diretta e in chiaro da DMax, canale 52 del digitale terrestre.

Il ranking mondiale
1. Nuova Zelanda; 2. Inghilterra; 3. Irlanda; 4. Australia; 5. Scozia; 6. Sudafrica; 7. Galles; 8. Argentina; 9. Francia; 10. FigiM; 11. Giappone; 12. Georgia; 13. Tonga; 14. Italia; 15. Romania.

© Riproduzione riservata