Italia

«Accelerare l’intesa Ue-Mercosur»

(none)

«Accelerare l’intesa Ue-Mercosur»

Il presidente argentino, Mauricio Macri, ha chiesto ieri a Davos di avanzare in un accordo commerciale tra il Mercosur e l’Unione europea. «Penso che sia un’opportunità senza pari per entrambi. La prossima settimana avremo un incontro importante a Bruxelles, siamo vicini alla firma di un accordo, ho intenzione di incontrare il presidente francese Emmanuel Macron e spero che mi dia buone notizie, perché mi hanno detto che abbiamo un ostacolo sull’agricoltura», ha detto il presidente argentino.

Macri è intervenuto al World Economic Forum di Davos di ritorno da una visita ufficiale a Mosca. L’Europa, ha sottolineato il presidente argentino, «non riuscirà a trovare una regione migliore» in relazione alla sicurezza alimentare e alle fonti di energia rinnovabile. Per Macri, l’accordo tra il Mercosur e l’Unione europea «dovrebbe essere un’associazione naturale, perché in Sudamerica siamo tutti discendenti degli europei, quindi dovrebbe essere il primo accordo, una priorità».

Macri è entrato nel dibattito centrale del forum, quello sul protezionismo, criticando le tendenze isolazioniste di alcuni governi: «Li invito a visitare l’Argentina - ha dichiarato - per vedere cosa è accaduto a un Paese che ha fatto di protezionismo e isolamento uno stile di vita: non ha funzionato, abbiamo solo aggravato la povertà».

Infine il presidente argentino ha colto l’occasione di un evento pubblico come il Wef per parlare della situazione del Venezuela e del governo di Nicolás Maduro, con il quale ha una dura disputa. Caracas è stata sospesa l’anno scorso dal Mercosur a tempo indeterminato. «Non sono ottimista, il Venezuela non è una democrazia», ha detto, aggiungendo che «purtroppo, i cittadini stanno soffrendo molto e le cose vanno di male in peggio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA