Italia

Dossier M5S, ecco i candidati «esterni»: ricercatori e …

Dossier | N. 95 articoliElezioni 2018-Ultime notizie, interviste e video

M5S, ecco i candidati «esterni»: ricercatori e accademici. Si ritira ammiraglio

(Ansa)
(Ansa)

Accademici, ricercatori, esponenti della società civile : Luigi Di Maio ha presentato oggi, chiamandoli sul palco del Tempio di Adriano, i candidati “esterni” scelti dal leader M5s a correre nei collegi uninominali. Al collegio di Giugliano per il Senato corre la ricercatrice del Cnr presso l’istituto di endocrinologia di Napoli Maria Domenica Castellone, con un passato professionale anche negli Usa. In Friuli tocca a Vincenzo Zoccano, presidente del Forum italiano Disabilità mentre al collegio di Ancona per il Senato tocca a un altro accademico Mauro Coltorti, docente di geomorfologia e esperto di dissesto idrogeologico. Nel collegio di Rovereto il M5S schiera invece Cinzia Boniatti, sociologa e membro della Rete italiana Ecovillaggi. Alla Camera, nel collegio di Foligno il M5S candida il professor Gino Di Manici, che ha partecipato al primo impianto di cuore artificiale in Europa. E a Roma ecco invece il presidente dell'Ordine degli avvocati, Mauro Vaglio. Candidati sono anche l’olimpionico Domenico Fioravanti, che correrà in Piemonte; l'avvocato anti-ecomafie David Zanforlini che si presenta a Ravenna e l’economista Lorenzo Fioramonti (teorico del “No Pil”) che sfiderà il dem Matteo Orfini nel collegio Roma Torre Angela per la Camera. Correrà anche il comandante Gregorio De Falco, ultimo dei candidati esterni a salire sul palco del Tempio di Adriano. Oltre ai giornalistri Gianluigi Paragone (candidato al collegio uninominale di Varese per la Camera) ed Emilio Carelli.

Sul palco il primo a essere presentato è stato l’ammiraglio in congedo Rinaldo Veri, che ha partecipato tra l'altro all'operazione Nato Unified Protector. Ma la sua candidatura è durata solo qualche ora. Veri è infatti consigliere comunale ad Ortona, eletto con una lista civica di centrosinistra. «A malincuore annuncio il mio ritiro, non ero al corrente della regola prevista dal Regolamento M5S che impedisce a chi ha già una carica elettiva di potersi candidare e proprio per questo non avevo ritenuto necessario informare di questa mia carica Luigi Di Maio», ha spiegato Veri, sostituito dalla deputata uscente Carla Ruocco nel collegio Roma Gianicolense.

Mentre per il Senato, nel collegio Roma-Giancolense, sfiderà l’ex ministro degli Esteri Emma Bonino (tra i promotori della lista +Europa, apparentata con il Pd), il professor Claudio Consolo, docente della Sapienza ed esperto di procedura civile. Contro il premier Paolo Gentiloni a Roma Trionfale ci sarà invece «uno degli azzerati dal decreto salva-bianche»: l’imprenditore Angiolino Cirulli. Sarà invece Nicola Cecchi, avvocato e figlio dello storico dirigente della Dc fiorentina, Felice Cecchi, a sfidare invece il segretario Pd Matteo Renzi al collegio Firenze-Senato.

Sul palco del Tempio di Adriano sale anche Salvatore Caiata, presidente del Potenza Calcio e nominato “lucano dell'anno”. A Roma-Collatina il M5S candida invece uno dei medici che ha fatto partire l'inchiesta nei confronti del rettore dell’università di Tor Vergata, il chirurgo Pierpaolo Sileri. Tra i candidati anche Francesca Tizi, ricercatrice di diritto processuale civile e un’altra ricercatrice (ed esperta di economia circolare), Patty L'Abbate. Nelle Marche scende in campo Daniela Tisi, direttrice della rete museale Monti Sibillini. Nel collegio di Crotone il M5S arruola l’archeologa Margherita Corrado mentre nel collegio Torino 3-Senato corre Paolo Biancone, docente di economia aziendale. In Veneto, infine, ecco Marco Nardin, presidente uscente dei Giovani imprenditori di Confartigianato.

Di Maio: con noi «meglio d’Italia», inizia nuova era
«Oggi inizia una nuova era. Quella dei cittadini nelle Istituzioni e al governo del Paese. Ognuna delle persone che è qui e che presentiamo ha abbracciato i
nostri valori e ha preso degli impegni seri con i nostri iscritti e con tutti i cittadini: hanno promesso di dimezzarsi lo stipendio, di rinunciare ai vitalizi e che non saranno dei voltagabbana. Vorrei anche sottolineare che tutte queste persone che si candidano nelle nostre liste lo stanno facendo senza paracadute, senza nessuna garanzia di successo. L'unica loro sicurezza sono il territorio e i cittadini che li sostengono. Siamo orgogliosi e onorati della loro presenza» ha detto Di Maio presentando i candidati “esterni” del M5S nei collegi uninominali. Queste persone rappresentano «il meglio dell’Italia. Sono tutti delle eccellenze nei loro ambiti. Sono persone che troppo spesso e troppo a lungo sono state tenute ai margini della cosa pubblica perché i partiti si sono presi tutto e hanno sempre riempito tutti i posti con i loro uomini d'apparato. Questo tempo è finito», ha aggiunto il leader M5s. «Noi candidiamo i cavalieri, gli altri il titolo di Cavaliere lo perdono» ha affermato, con una battuta che fa chiaro riferimento a Silvio Berlusconi, il candidato premier M5S Luigi Di Maio presentando Maurizio Cattoi, ex dirigente del Corpo Forestale e Cavaliere della Repubblica Italiana.

Di Maio candidato collegio uninominale Acerra
Di Maio, dal canto suo, sarà candidato nel collegio uninominale di Acerra (Napoli) per il Movimento 5 stelle. Acerra è la città più popolosa del collegio che
comprende anche Pomigliano d'Arco, città natale dello stesso Di Maio, e altri comuni a nord est della città metropolitana di Napoli. Mentre Vincenzo Spadafora, principale consulente politico di Di Maio, sarà candidato nel maggioritario nel Collegio 4 di Campania 1 che comprende il Comune di Casoria.
Spadafora, 43 anni, nativo di Afragola (Napoli), è stato presidente dell'Unicef e garante per l'infanzia e l'adolescenza. In Campania, tra i deputati uscenti, sarà all’uninominale Roberto Fico, nel collegio Napoli. Sempre a Napoli , il geologo Franco Ortolani sarà il candidato nel maggioritario per il Senato a Napoli nel Collegio San Carlo all'Arena.

La partita delle parlamentarie
E in queste ore si chiude anche la caotica parentesi delle parlamentarie. Le ultime limature hanno visto la cancellazione di ulteriori candidati dai listini proporzionali. Via Maria Cristina Gervasi e Alessandra Cocco nel collegio Estero (rispettivamente capolista per il Senato e al secondo posto per la Camera), via in Campania 2 Senato Angelo Zanfardino (era in seconda posizione). In Sicilia, invece, scoppia il caso Ragusa. Il vice sindaco Massimo Iannucci, infatti, ha ritirato per protesta la sua disponibilità a candidarsi come sindaco alle prossime amministrative. «Non candidate alcun ragusano alla Camera e al Senato e allora cercatevi un altro candidato sindaco», è la stoccata di Iannucci. Di Maio, comunque, tira dritto. Giovedì sarà assieme ad altri big a Milano per preparare l'ultimo mese di campagna. Un mese che, dopo settimane di rally in solitaria, vedrà il capo politico affiancato dagli altri volti noti del Movimento: da Roberto Fico, con la sua campagna a domicilio a Napoli, a Alessandro Di Battista, che il 1 febbraio inizierà il suo tour in camper per tutta la penisola.

© Riproduzione riservata