Italia

Salvini vuole il ritorno della leva obbligatoria: «Contro razzismo e …

verso le elezioni

Salvini vuole il ritorno della leva obbligatoria: «Contro razzismo e terrorismo»

«Sì, penso che di fronte a rigurgiti razzisti e alla minaccia del terrorismo un esercito di leva sia meglio per la democrazia». Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, aggiungendo un altro capitolo alle priorità di Governo messe in campo in questa campagna elettorale verso il voto del 4 marzo. Tra le ultime, la chiusura dei centri islamici e lo stop all’0bbligo vaccinale. A Milano, a margine di un incontro organizzato dalle Associazioni nazionali Alpini, Bersaglieri e del Fante proprio per promuovere la reintroduzione di un periodo di servizio obbligatorio per i giovani Salvini ha annunciato la predisposizione di una proposta di legge «che reintroduca il servizio di leva su base regionale per sei mesi. Farebbe il bene di tante ragazze e ragazzi».

Sul condono nuova spaccatura con Berlusconi
Netta invece la presa di distanza del leader del Carroccio rispetto alla proposta, messa sul tavolo questa mattina da Silvio Berlusconi ai microfoni di Radio 24, di prevedere una nuova sanatoria edilizia i casi di “abusivismo di necessità”. «Rilanciare l'edilizia è fondamentale, togliendo burocrazia e tagliando tasse folli come l'Imu su capannoni e negozi sfitti», ha spiegato Salvini, auspicando anche uno stop alle aste giudiziarie al ribasso, «che falsano il mercato». Poi però ha sottolineato il suo netto no «a ogni ipotesi di condono per abusi edilizi: il nostro territorio è già troppo cementificato, occorre abbattere tutte le costruzioni abusive, a partire dalle zone più a rischio». Un nuovo fronte di attrito con il principale alleato della Lega nella coalizione di Centrodestra.

© Riproduzione riservata