Italia

Gli italiani tornano in vacanza: Emilia, Puglia e Spagna tra le mete…

in crescita i soggiorni lunghi

Gli italiani tornano in vacanza: Emilia, Puglia e Spagna tra le mete più gettonate

Gli italiani tornano a fare vacanze, non solo quelle mordi e fuggi. E 8 su 10 scelgono di restare in Italia: con Emilia e Puglia tra le mete più gettonate per le vacanze lunghe (Spagna e Francia per l’estero). E con il ricorso all’affitto di alloggi privati - vedi il fenomeno Arbnb - che prende sempre più piede. Dopo gli anni più bui della crisi dal 2015 viaggiatori e numero di giorni in vacanza sono tornati a crescere anche tra i connazionali. Così dice l’Istat nel suo ultimo report che l’anno scorso ha contato 66 milioni e 347 mila viaggi con pernottamento: con un aumento di quelli effettuati per vacanza (+1,3 milioni) e una netta diminuzione di quelli per lavoro (-1 milione).

I VIAGGI TORNANO A CRESCERE
Viaggi per tipo. Anni 2007-2017, valori in migliaia. Dati 2017 provvisori (Fonte: Istat)


Tra i dati più importanti c’è quello del ritorno a vacanze più lunghe rispetto al passato. Il nuovo report «viaggi e vacanze in Italia e all’estero» appena pubblicato dall’Istat sottolinea infatti come rispetto al 2016 la durata media dei viaggi è cresciuta attestandosi a 5,8 notti (6 per quelli di vacanza e 3,5 per quelli di lavoro), per un totale di circa 383 milioni di pernottamenti (+7,7%). Il dato forse più eclatante è la crescita delle vacanze lunghe (oltre quattro notti), stimate in 32,7 milioni (+9,1%), in forte aumento per il secondo anno consecutivo. Stabili invece le vacanze brevi (28 milioni), mentre i viaggi di lavoro diminuiscono ancora (-15,6%), raggiungendo il livello più basso dal 2007 (5,7 milioni).


Nell’81% dei casi i viaggi hanno come destinazione principale località nazionali. Le vacanze lunghe estive in Italia si svolgono più frequentemente in Emilia-Romagna (13,6%) e Puglia (12,4%), mentre il Trentino-Alto Adige è la meta preferita in inverno (14,0%) e in autunno (12,4%). Per le vacanze lunghe primaverili emerge la Campania, che risulta prima nella graduatoria del secondo trimestre (18,6%). Le destinazioni dei viaggi all’estero (il 19,0% dei viaggi complessivi) sono principalmente i Paesi dell'Unione europea (13,4%). La Spagna è la meta preferita per le vacanze lunghe all'estero (13,6%), la Francia per quelle brevi (15,8%) e per i viaggi di affari (17,7%). Tra i viaggi con mete extra-europee, gli Stati Uniti sono la destinazione preferita per le vacanze lunghe (4,1%) ma soprattutto per i viaggi d’affari (7,1%).

LE METE PIÙ GETTONATE
Graduatoria delle principali destinazioni per tipologia del viaggio. Anno 2017, composizioni percentuali


Nel 2017 cresce anche il numero complessivo di turisti. In media ogni tre mesi risulta impegnato in un viaggio il 21,8% degli italiani, contro il 19,2% del 2016.
Nella stagione estiva si concentra il 41,3% dei viaggi e oltre un terzo della popolazione parte per le vacanze (+7,6% rispetto all'estate 2016). In estate, la durata media delle vacanze (8,4 notti) è quasi il doppio di quella degli altri trimestri. Le sole vacanze lunghe durano in media, in questo periodo, 10,8 notti.
Gli alloggi privati si confermano la sistemazione preferita (54,3% dei viaggi e 62,3% dei pernottamenti), soprattutto per le vacanze lunghe (59,1% dei viaggi, 65,5% delle notti). Le strutture collettive sono gli alloggi più frequentati per i viaggi di lavoro (80,6% dei viaggi e 70,7% delle notti).

Come succede ormai da qualche anno a questa parte è in costante crescita il fenomeno delle prenotazioni on line. Il 55,7% dei viaggi è prenotato direttamente, il 36,6% avviene senza prenotazione e solo il 7,4% tramite agenzia. La quota di viaggi prenotati via Internet aumenta, rispetto al 2016, di oltre cinque punti percentuali, interessando il 44,0% delle vacanze lunghe e il 55,0% dei viaggi di lavoro. L’auto rimane il mezzo di trasporto più utilizzato per viaggiare (61,4% dei viaggi), soprattutto per le vacanze brevi (66,3%). Seguono aereo (18,6%) e treno (9,8%).

© Riproduzione riservata