Lifestyle

Roma, Totti: "Oggi costerei 200 milioni"

  • Abbonati
  • Accedi
Sport

Roma, Totti: "Oggi costerei 200 milioni"

  • –a cura di Datasport

Gli ultimi mesi hanno insegnato che, nel calcio, non c'è nessun limite alle somme del mercato. Concetto espresso anche da Francesco Totti: il dirigente ed ex capitano giallorosso, nel corso dell'intervista a Sky Sport per "I signori del calcio", ha parlato del momento che sta attraversando questo sport: "Dipendesse da me, spenderei qualsiasi cifra al mondo per comprare i migliori, anche perché per vincere servono i giocatori più bravi, lo ripeto e lo ripeterò sempre. Ovviamente non sono io a gestire i soldi, ma spetta al presidente: lui mette un budget e in base a quello deve costruire la squadra nel miglior modo possibile".   Lecito, dunque, chiedersi quale sarebbe il prezzo del miglior Francesco Totti nel mercato attuale: "Con queste cifre pazze, io costerei 200 milioni di euro. Ma non esiste un altro come me, e se anche esistesse non resterebbe a lungo a Roma. Oggi conta il business, quindi se un giocatore forte cresce nella nostra squadra difficilmente ripeterebbe quanto fatto da me o da De Rossi. E' una situazione diversa e difficile da ripetersi: prima si pensava a come far crescere un giocatore italiano piuttosto che comprare il più promettente tra i brasiliani, argentini o di altri Paesi del mondo". Infine, una battuta su Luciano Spalletti: "Non c'è mai stato un confronto e mai ci sarà. Avrei preferito chiudere in modo diverso, fossi stato lui avrei gestito il calciatore, ma soprattutto la persona, in modo completamente diverso, cercando il confronto e il dialogo. Fortunatamente sono riuscito a fare questo passaggio dal giocatore al dirigente della Roma, e l'ho fatto con l'armonia e l'intelligenza di una persona matura. Sono cresciuto nel campo, ed è lì che moriro".