Lifestyle

Sei Nazioni, per la Francia una “bagarre” nella notte dopo il…

  • Abbonati
  • Accedi
rugby

Sei Nazioni, per la Francia una “bagarre” nella notte dopo il match

Anche nel rugby le cose possono andare sempre peggio di quanto si immagina. Non parliamo dell'Italia, stavolta, e non ci limitiamo ai risultati sul campo. C'è la Francia al centro dell'attenzione per una “bagarre” notturna - così la definiscono i media transalpini - che sarebbe scoppiata nel centro di Edimburgo dopo la partita persa (32-26) contro la Scozia. Era circolata l'ipotesi di reati anche gravi ma la polizia britannica ha affermato che - secondo gli accertamenti condotti - non risulta siano stati commessi crimini. Resta il fatto che lunedì sul charter che ha riportato in patria i Bleus mancavano sei componenti della squadra, la cui partenza è stata ritardata proprio per consentire alle forze dell'ordine di sentirli. E adesso la federazione e il ct hanno preso una dura posizione nei confronti di ben otto atleti accusandoli di avere disatteso i doveri legati al loro rango di giocatori internazionali.

Non si sa se l'uscita serale era stata realmente autorizzata dallo staff dei Bleus, ma il problema potrebbe essere quello del comportamento tenuto dagli otto esclusi. Tra i quali c'è l'ala Teddy Thomas, attuale metaman del Sei Nazioni con tre marcature. L'elenco comprende anche il grande n. 8 Picamoles, la giovane promessa Belleau e poi Danty, Lamerat, Macalou, Lambey e Iturria (che era a bordo dell'aereo della squadra ma con il naso incerottato e probabilmente fratturato, conseguenza di “qualcosa” che è avvenuto fuori dal terreno di gioco). Tutti fuori dalla lista dei 30 convocati per il prosieguo del torneo.

Francia in imbarazzo, dunque. Per la decima posizione nel ranking mondiale (livello bassissimo per i Galletti, il peggiore di sempre) e per una serie di risultati negativi che si allunga: nelle ultime otto partite sette sconfitte e un pareggio interno con il Giappone. Questo risultato in particolare ha svolto la funzione della classica goccia in grado di far traboccare il vaso ed è costato il posto a Guy Novès, rimpiazzato nel ruolo di ct da Jacques Brunel, alla guida dell'Italia fino a due anni fa. Il XV transalpino ha dato qualche segno di ripresa ma per ora si è dovuto accontentare di due punti di bonus in classifica per avere ceduto con scarti limitati sia all'Irlanda sia alla Scozia.

Urge un riscatto e, neanche a farlo apposta, adesso tocca all'Italia, che conferma praticamente in toto la propria rosa. Si gioca venerdì 23 a Marsiglia il match che vede protagonisti due Paesi latini: ora come ora, uno scontro fra poveri. Miserella davvero è la nostra squadra, almeno quella vista di fronte alle superpotenze Inghilterra e Irlanda. Due passivi simili (46-15 e 56-19, 7-2 e 8-3 il conto delle mete) ma con un'aggravante di non poco conto nel secondo match: se all'Olimpico gli Azzurri hanno tenuto testa agli inglesi per un'ora buona a Dublino il disastro si è concretizzato subito e solo sullo 0-42 è arrivato il contentino delle tre mete realizzate contro una squadra che aveva già raggiunto tutti i suoi obiettivi.

L'Irlanda e l'Inghilterra (venuta a capo di un match per niente semplice con il Galles) restano le favorite per lo sprint finale. È probabile che tutto si decida all'ultimo turno, con lo scontro diretto di Twickenham, ma bisognerà dare un'occhiata anche alla casella degli imprevisti. Nel frattempo noi proviamo a farci coraggio con la Nazionale Under 20, che ai Mondiali 2017 si è imposta all'Irlanda e venerdì, nel Sei Nazioni di categoria, ha ceduto di misura ai Verdi padroni di casa (38-34) pur dovendo giocare 70 minuti in inferiorità numerica per un precoce cartellino rosso. Una prova bella e gagliarda. Ora serve non perdere la bussola nel percorso che deve portare questi ragazzi alla maturità.

IL SEI NAZIONI 2018
Risultati
Primo turno. Sabato 3 febbraio: Galles-Scozia 34-7; Francia-Irlanda 13-15. Domenica 4: Italia-Inghilterra 15-46
Secondo turno. Sabato 10 febbraio: Irlanda-Italia 56-19; Inghilterra-Galles 12-6. Domenica 11: Scozia-Francia 32-26
Classifica*
Irlanda e Inghilterra 9 punti; Galles 6; Scozia 4; Francia 2; Italia 0
* Quattro punti per la vittoria, due per il pareggio, un punto di bonus alla squadra che segna almeno 4 mete e alla squadra che perde con uno scarto contenuto entro i 7 punti
Le prossime giornate
Terzo turno. Venerdì 23 febbraio: Francia-Italia (21.00, a Marsiglia). Sabato 24: Irlanda-Galles (15.15); Scozia-Inghilterra (17.45)
Quarto turno. Sabato 10 marzo: Irlanda-Scozia (15.15); Francia-Inghilterra (17.45). Domenica 11: Galles-Italia (16.00)
Quinto turno. Sabato 17 marzo: Italia-Scozia (13.30); Inghilterra-Irlanda (15.45); Galles-Francia (18.00)
Tutti i match in diretta e in chiaro su DMax, canale 52 del digitale terrestre

© Riproduzione riservata