Motori24

Dossier Bmw a Ginevra con l'X4 e la concept M8 Gran Coupé

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 63 articoliSpeciale Salone di Ginevra 2018, tutte le novità in vetrina

Bmw a Ginevra con l'X4 e la concept M8 Gran Coupé

L'intenso 2018 della Bmw prosegue a Ginevra mettendo sotto i riflettori la nuova generazione del suv-coupé X4 e una concept-car che anticipa la seconda componente della sua più grossa famiglia di sportive: la serie 8. Sebbene assai diverse nonché catalogabili entrambe come coupé, si collocano in due filoni fondamentali, entrambi fondamentali per i piani di sviluppo della casa bavarese: l'ampliamento della famiglia dei suv e quello dell'incremento dei modelli alto di gamma. Un settore, tra l'altro, in cui la casa bavarese detiene la leadership con la sua ammiraglia: la serie 7.

La nuova X4 debutta ad appena quattro anni di distanza dalla precedente. Un ciclo vita davvero corto per un'automobile, ma imposto dallo stretto legame di parentela con l'X3 che proprio recentemente si è presentata ai nastri di partenza con la terza generazione. È basata sull'architettura modulare Clar, ha portato al debutto inediti motorizzazioni insieme a nuove soluzioni e tecnologie dedicate alla connettività e all'ausilio alla guida. Adesso, le logiche industriali impongono di condividere tutto questo repertorio anche con l'X4.

Quest'ultima è un po' più robusta ma anche un po' più leggera della precedente, ha una linea più slanciata e un abitacolo più spazioso. Al pari della consanguinea è proposta solo in versioni con la trazione integrale e con il cambio automatico a otto marce. Sarà commercializzata dalla fine della primavera e sarà proposta, inizialmente, nell'esuberante versione M40i da 360 cv e in quella turbodiesel 30d da 265 cv. Successivamente arriveranno quelle a benzina spinte dall'unità di 2 litri 20i e 30i, rispettivamente, con 184 e 256 cv nonché le turbodiesel 20d da 190 cv e 25d da 231 cv. In seguito, lo schieramento potrebbe essere completato in maniera analoga a quello della X3, ovvero includendo una variante ibrida plug-in e una versione full-electric.

La rinascita della serie 8, denominazione che richiama quella delle più grosse coupé bavaresi degli anni Novanta, anticipata dalla show-car esposta al salone di Francoforte dello scorso anno continua con la gestazione della versione Gran Coupé. Una denominazione che indica che la famiglia, proprio come quella dell'attuale serie 6 che sostituirà nel corso del 2019, includerà anche una variante con carrozzeria a quattro porte. Ma on è tutto perché la show-car che sfila a Ginevra si chiama anche M8. In altri termini, è l'interpretazione super-prestazionale sia della serie 8 Coupé sia della Gran Coupé. Come altre Bmw, scaturisce dalla consolidata ricetta utilizzata dall'atellier M di casa Bmw. Dà sempre come risultato auto super-prestazionali che hanno vesti caratterizzate in maniera sportiva ma non ridondante. Per ora non è stato ufficializzato cosa nascondono i lineamenti della M8 Gran Coupé. Tuttavia, non è azzardato ipotizzare che quelle del modello definitivo potrebbero celare una versione vitaminizzata del V8 biturbo di 4,4 litri che spinge la M5, la cui potenza dovrebbe quindi superare i 600 cv, abbinato alla trasmissione automatica a otto marce e alla trazione integrale XDrive entrambe definite secondo i canoni di casa M.

© Riproduzione riservata