Lifestyle

Mondiali, Infantino: "In Russia sarà uno spettacolo"

  • Abbonati
  • Accedi
Sport

Mondiali, Infantino: "In Russia sarà uno spettacolo"

  • –a cura di Datasport

A 100 giorni dall'inizio della 21°edizone dei Mondiali di calcio, che prenderà il via il 14 giugno in Russia, Gianni Infantino, ha raccontato le sue impressioni in una lunga intervista in eslcusiva a Mediaset. Il presidente della FIFA è sicuro che sarà un grande Mondiale, grazie anche all'organizzazione e all'accoglienza che riserverà il paese ospitante: "Sarà un Mondiale spettacolare, sarà il più bello della storia. Sono stato spesso in Russia e ho percepito che il suo popolo vuole far vedere che il loro è un Paese che sa accogliere i tifosi di tutto il mondo. Arriveranno un milione e mezzo di persone. Gli stadi sono bellissimi e per tutto il Paese sarà una questione di orgoglio nazionale far vedere che sono in grado di organizzare una bellissima competizione. Sarà una bella ed emozionante festa: venite in Russia".   Anche senza l'Italia: "Il fatto che l’Italia non si sia qualificata al Mondiale è stata una bella tegola per tutto il calcio italiano. Bisogna lavorare molto e trovare le forze e le risorse per ripartire. In Italia c’è passione, talento, preparazione e ci sono le strutture, quindi bisogna che tutti inizino a mettere da parte i propri interessi per pensare agli interessi del movimento calcistico italiano, per rifondare la tradizione del calcio italiano: la maglia azzurra fa emozionare tutti i tifosi del calcio. E quella maglia merita di stare nei primi posti tra le nazionali. Adesso ci sono le persone competenti per lavorare e se serve come Fifa siamo a disposizione per dare un mano. È importante per il mondo del calcio che l’Italia sia forte".   Difficile non parlare della sempre più probabile approvazione del VAR in Russia: "È un momento storico per il calcio. Dopo decenni di discussioni, dibattiti e di polemiche si è finalmente deciso di introdurre la tecnologia e di aiutare gli arbitri a prendere le migliori decisioni. È una scelta che avrà un impatto positivo sul calcio e sul gioco, perché permette di prendere delle decisioni più corrette: dobbiamo essere felici di questo". Infantino esprime anche il proprio pensiero personale sulla tecnologia: “La decisione di utilizzare il VAR ai Mondiali dovrebbe essere presa il 16 marzo, quando a Bogotà ci sarà una riunione del Consiglio della FIFA, che è l’organo competente per decidere sui regolamenti delle competizioni. Io ovviamente sono molto favorevole: ero molto scettico due anni fa, ma abbiamo provato e visto che funziona. Se vogliamo che la miglior competizione calcistica al mondo sia arbitrata nel miglior modo possibile dobbiamo aiutare gli arbitri e sicuramente con il VAR possiamo farlo”.