Italia

Otto marzo a rischio per gli scioperi nei trasporti e nella scuola

  • Abbonati
  • Accedi
FESTA DELLA DONNA

Otto marzo a rischio per gli scioperi nei trasporti e nella scuola

Otto marzo all’insegna degli scioperi, con trasporti e scuole a rischio. Un fitto calendario di proteste è indetto in occasione della festa della donna, in alcuni casi per vertenze “sindacali”, in altri per rivendicazioni più squisitamente “politiche”. È questo il caso dell0 sciopero generale di Usi e Usb e Cobas, indetto per l’intera giornata per protestare contro «le discriminazioni ed ogni violenza di genere» con cortei e flash mob. L’agitazione potrà avere ripercussioni, in particolare, sui trasporti pubblici, su quelli ferroviari - con modalità che variano a seconda della città- e sulla scuola.

Disagi nei trasporti locali
Per lo sciopero di 24 ore di Usi, Usb e Cobas a Milano, i disagi potranno interessare sia la metro che i mezzi di superficie nelle fasce dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. A Roma, l’Atac informa che il servizio sarà comunque assicurato nelle fasce di garanzia fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20.

Voli a rischio per lo stop degli uomini radar
Sul trasporto aereo si prevedono ripercussioni negative dalla protesta dei controllori di volo dell’Enav indetta da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt, Uglta e Unica per quattro ore (dalle 13 alle 17). All’origine dello sciopero c’è il rinnovo del contratto nazionale scaduto da oltre un anno; il negoziato al tavolo negoziale è partito, ma secondo i sindacati «procede troppo a rilento», e «ancora non è stato affrontato il tema del riconoscimento della parte economica e del pregresso del 2017».

Sempre giovedì è previsto uno sciopero locale presso l'aeroporto di Fiumicino (dalle 10 alle 18) indetto da UglTa e Unica. Inoltre uno sciopero di 4 ore (a partire dalle 12) è stato proclamato dai lavoratori Alitalia aderenti a Confael Assovolo e di 24 ore da Cub Trasporti.

Alitalia: cancellati 130 voli, 75% dei viaggiatori riprotetti
Alitalia ha preso le contromisure con un piano straordinario. La compagnia spiega che per evitare disagi ai passeggeri, soprattutto per lo stop dei controllori di volo, sono stati preventivamente cancellati 130 aerei, e il 75% dei viaggiatori è stato “riprotetto” per viaggiare su un altro volo nella stessa giornata. Prima di recarsi in aeroporto, i viaggiatori possono consultare lo stato del volo sul sito alitalia.com, o chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall'Italia) o il numero +39.06.65649 (dall'estero).

© Riproduzione riservata