Italia

Enav, nel 2017 conti record: il dividendo sale del 6%

  • Abbonati
  • Accedi
utile netto di 101,5 milioni

Enav, nel 2017 conti record: il dividendo sale del 6%

Andamento titoli
Vedi altro

Enav, la società dei controllori di volo quotata in Borsa nel 2016, annuncia risultati record per il 2017 e aumenta il dividendo promesso agli investitori. La società, guidata da Roberta Neri, ha chiuso l’esercizio con un utile netto di 101,5 milioni di euro (+32) e ha rivisto al rialzo la politica dei dividendi. Al mercato era stato garantito un dividendo in aumento del 4% rispetto al 2016 (99 milioni), mentre viene proposta la distribuzione di una cedola di 0,1846 euro per azione, che corrisponde a un incremento del 6 per cento.

Cedola in crescita fino al 2022
Le prospettive per gli investitori sono rosee anche per il futuro. Il cda della società ieri ha approvato anche il piano industriale, che per il periodo 2018-2022 prevede la crescita annua del dividendo del 4 per cento, a partire dalla base di 101 milioni del 2017. Il piano prevede inoltre investimenti per 650 milioni nei prossimi 5 anni, con l’obiettivo di implementare nuove piattaforme tecnologiche, formare e addestrare il personale, modernizzare le infrastrutture, con l’avvio dei lavori per un nuovo centro di controllo a Milano (Enav ne ha uno già a Milano e altri a Roma, Padova e Brindisi).

I conti 2017
Tornando ai numeri approvati ieri, la società ha chiuso il 2017 con ricavi in crescita dell’1,9 per cento, a 881,8 milioni. A incidere sulla crescita l’andamento molto positivo del traffico di rotta (legato agli attraversamenti degli aerei sul paese), in aumento del 4 per cento, e del traffico di terminale (le tariffe su atterraggi e decolli), salito del 3 per cento. L’Ebida registra un aumento dell’11,3 per cento, a 283,6 milioni.

© Riproduzione riservata