Italia

Con "Scelte di classe" il cinema entra a scuola e nelle carceri minorili

  • Abbonati
  • Accedi
progetto di educazione all'immagine

Con "Scelte di classe" il cinema entra a scuola e nelle carceri minorili

È partito in via sperimentale in cinque città - Roma, Firenze, Pisa, Cagliari e Bologna - il progetto "Scelte di classe - Il cinema a scuola", il percorso interattivo di educazione all'immagine per scuole e carceri minorili ideato da Alice nella città (la sezione della Festa del Cinema di Roma dedicata ai giovani) e presentato oggi nella Capitale. L'iniziativa mette a disposizione di studenti e docenti una piattaforma web con una selezione di 28 film, organizzata per fasce d'età, che comprende successi del passato e titoli più recenti per un'ampia varietà di generi, dal documentario all'animazione, al cinema classico ai cortometraggi.

Percorso in sette film
Il percorso di visione sarà composto da sette film: quattro visibili in classe e tre in sala, a cui si affiancheranno i tutor che nelle città coinvolte coordineranno le discussioni in classe e gli incontri con gli autori. Tanti gli attori e autori del cinema italiano che hanno dato la loro adesione al progetto: tra questi Paola Cortellesi, Michele Riondino, Riccardo Milani, Paola Minaccioni, Claudio Amendola, Michela Cescon, Matteo Garrone, Paolo Genovese, Jonas Carpignano, Massimiliano Bruno, Thomas Trabacchi .

«Filo comune con insegnanti e studenti»
Il progetto sperimentale coinvolge 20 istituti scolastici e quattro istituti penali minorili: il Meucci di Firenze, Quartucciu di Cagliari, il Pratello di Bologna e il Casal del Marmo di Roma. «Sentivamo l'esigenza, oltre i dieci giorni ogni anno di Alice nella città alla Festa di Roma, di tenere un filo comune con insegnanti e ragazzi - spiega Gianluca Giannelli, direttore di Alice nella città con Fabia Bettini -. Abbiamo cercato una formula per proporre una serie di film di vari generi, dal documentario all'animazione, arricchiti con vari strumenti, dalle schede critiche alle video recensioni».

Tra le pellicole anche i candidati a Ciak Alice Giovani
I dieci film italiani all'interno della "library", inoltre, concorreranno per il Ciak Alice Giovani, un Ciak d'oro che premia i film che si rivolgono ai ragazzi. Tra i film selezionati figurano Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino, A ciambra di Jonas Carpignano, Il ragazzo invisibile - Seconda generazione di Gabriele Salvatores, Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni, ma anche I figli della notte di Andrea de Sica, My Name Is Adil di Adil Azzab e Balon di Pasquale Scimeca. I titoli in lizza saranno votati fino al 21 maggio, dalle scuole, dai lettori di Ciak e dal pubblico di Alice nella città. Il vincitore riceverà la targa durante la cerimonia di premiazione dei Ciak d'oro.
Scelte di classe è realizzata in collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma e MyMovies, grazie al supporto del Mibact e con il patrocinio di RAI Istituto Luce, APT, FAPAV, Italian Film Commission, e la collaborazione dei ministeri dell'Istruzione e della Giustizia.

© Riproduzione riservata