Italia

Fisco, la rottamazione delle cartelle e le possibili alternative

  • Abbonati
  • Accedi
Mercoledì 14 marzo

Fisco, la rottamazione delle cartelle e le possibili alternative

Conto alla rovescia per la rottamazione delle cartelle esattoriali. Mancano ormai quasi due mesi al termine per la presentazione della domanda di adesione che può essere presentata agli sportelli dell'agente della riscossione sia attraverso i canali online. Per capire chi sono i soggetti interessati, a quali aspetti bisogna far riferimento per valutare la convenienza e quali sono le regole da seguire, mercoledì 14 marzo ci sarà in edicola con Il Sole 24 Ore il Focus di Norme&Tributi «La rottamazione delle cartelle». Una guida che sintetizza tutte le diverse scadenze a cui bisogna prestare attenzione per aderire alla sanatoria, anche perché chi salta la prima rata o le successive (a seconda di quanto si decida di dilazionare i pagamenti) decade automaticamente dall'operazione che consente di saldare il conto con l'ex Equitalia (ora sia chiama Agenzia delle Entrate-Riscossione) con un abbattimento dell'importo dovuto. A fronte di questo vantaggio bisognerà però considerare anche gli altri obblighi connessi, primo fra tutti quello di rinunciare ai contenziosi già avviati. Nelle pagine del Focus anche le possibili alternative come la richiesta della rateizzazione fino a 6 anni (richiesta per cui non sono necessari documenti aggiuntivi per debiti fino a 60mila euro) o addirittura fino a 10 anni nei casi di grave e comprovata difficoltà economica. Spazio poi anche all'esame del contenuto della cartella esattoriale, alle notifiche e alle modalità e termini di impugnazione.

© Riproduzione riservata