Italia

Papa: «Un Paese che litiga tutti i giorni non cresce, è…

  • Abbonati
  • Accedi
visita pastorale nei luoghi di padre pio

Papa: «Un Paese che litiga tutti i giorni non cresce, è malato»

«Un paese che litiga tutti i giorni non cresce, non si costruisce; spaventa la gente. È un paese malato e triste. Invece un paese dove si cerca la pace, dove tutti si vogliono bene - più o meno, ma si vogliono bene -, non ci si augura del male, questo paese, benché piccolo, cresce, cresce, cresce, si allarga e diventa forte». Parlando a braccio durante il suo incontro con i fedeli a Pietrelcina, Papa Francesco esalta il valore della concordia con parole che sembrano anche un commento indiretto al quadro dell’Italia emerso dalle urne del 4 marzo scorso. l’invito rivolto dal Papa alla gente di Pietralcina a non «perdere tempo e forze a litigare fra voi: Questo non fa nulla. Non ti fa crescere! Non ti fa camminare. Poi auspica che «una volta» il Nobel delal pace andasse agli anziani, perchè, ha spiegato «I vecchi sono un tesoro, per favore non emarginate i vecchi!»,.

Le tappe della visita pastorale
Due le tappe della visita pastorale di Francesco nei luoghi di Padre Pio: Pietralcina (Benevento), paese natale di Padre Pio, e San Giovanni Rotondo (Foggia), per un pellegrinaggio che avviene nel centenario della comparsa delle stimmate permanenti e nel 50mo anniversario della morte del santo. Due le tappe della visita pastorale di Francesco nei luoghi di Padre Pio: Pietralcina (Benevento), paese natale di Padre Pio, e San Giovanni Rotondo (Foggia), per un pellegrinaggio che avviene nel centenario della comparsa delle stimmate permanenti e nel 50mo anniversario della morte del santo.

Padre Pio «eroico esempio» per la Chiesa
Tema centrale della trasferta papale nella cittadina del Sannio è l'omaggio alla figura all'esempio del santo con le stimmate, uno dei più venerati al mondo, vera e propria icona della devozione popolare. «Questo umile frate cappuccino – ha detto il Papa nel suo discorso nel piazzale antistante l'Aula Liturgica di Piana Romana, a Pietralcina - ha stupito il mondo con la sua vita tutta dedita alla preghiera e all'ascolto paziente dei fratelli, sulle cui sofferenze riversava come balsamo la carità di Cristo». «Imitando il suo eroico esempio e le sue virtù, possiate diventare voi pure strumenti dell'amore di Gesù verso i più deboli - ha aggiunto il Pontefice -. Al tempo stesso, considerando la sua incondizionata fedeltà alla Chiesa, darete testimonianza di comunione, perché solo la comunione, cioè essere sempre uniti in pace tra noi, la comunione tra noi edifica e costruisce».

La visita al santuario di S. Giovanni Rotondo
Nel corso della mattinata, dopo il trasferimento a S. Giovanni Rotondo, in Puglia, il Papa ha fatto visita al santuario di Santa Maria delle Grazie. Affiancato dal ministro provinciale dei cappuccini, padre Maurizio Piacentino, dal padre guardiano padre Carlo Laborde, dal rettore del santuario padre Francesco Dileo e dall'arcivescovo di San Giovanni Rotondo-Manfredonia-Vieste mons. Michele Castoro, Francesco è rimasto alcuni minuti in preghiera davanti alla teca di cristallo che custodisce il corpo di San Pio, esposto davanti all'altare del santuario. Quindi si è avvicinato al crocifisso che ricorda l'episodio delle stimmate, l'ha toccato e baciato al ginocchio. Infine è tornato nuovamente in preghiera sulla salma di Padre Pio, lasciando sulla teca una stola rossa.

© Riproduzione riservata