Italia

Boccia: «Comparto dei servizi integrati centrale per il Paese»

  • Abbonati
  • Accedi
L’assemblea generale di Anip-Confindustria

Boccia: «Comparto dei servizi integrati centrale per il Paese»

Il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia (fonte space24)
Il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia (fonte space24)

Il comparto dei servizi integrati è centrale per l’Italia. Lo ha sottolineato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, che questa mattina ha partecipato all’assemblea generale di Anip-Confindustria, l’associazione che raccoglie le imprese dei servizi di pulizia e facility management presieduta da Lorenzo Mattioli. «Si devono contrastare due atteggiamenti che riguardano il vostro settore - ha ricordato Boccia -: la cultura anti industriale e la vulgata che vuole le imprese di pulizia e dei servizi integrati come operatori economici di serie b». Il presidente di Confindustria ha poi aggiunto: «Essere qui vuol dire legittimare l’attenzione al mondo dei servizi per costruire un percorso virtuoso che ci lega ad una comune visione europea, una politica economica non di scambi e ad una competitività-Paese che passa anche in maniera determinante attraverso l’industria dei servizi».

«Comunanza di intenti su tematiche come quella delle stazioni appaltanti»
Boccia ha ribadito i punti di convergenza tra Confindustria e Anip, la comunanza di intenti su tematiche come quella delle stazioni appaltanti, recepite nel documento finale dell’Assise 2018 di Verona. «Abbiamo inserito l’idea della qualificazione della domanda pubblica introducendo elementi innovativi, la volontà di trovare il giusto equilibrio di razionalizzazione della spesa, il rispetto delle dinamiche di mercato, la volontà di rimettere mano al Codice degli appalti per rafforzare alcuni paletti essenziali, restituire trasparenza al mercato, costruire una forte aspet-tativa che viene da Confindustria sul mercato degli appalti e sui quei profili che riguardano il vostro settore».

© Riproduzione riservata