Italia

Moro, scritta Br sfregia il nuovo monumento in via Fani

  • Abbonati
  • Accedi
sul luogo della strage della scorta

Moro, scritta Br sfregia il nuovo monumento in via Fani

Imbrattato stanotte con la scritta B.R: la lapide che commemorava la strage in via Fani a Roma, dove il presidente della Repubblica Sergio Matterella il 16 marzo aveva deposto una corona, è stata sfregiata. L'ha scoperto una pattuglia dei Carabinieri in servizio di notte. La scritta, in rosso, è di grandi dimensioni: una “B.” e una “R”. ai lati destro e sinistro della corona commemorativa posta all'inaugurazione del monumento, scritte in rosso, a voler rievocare la sigla Brigate Rosse.

Le celebrazioni del 40esimo anniversario del sequestro Moro
Uno sfregio a poche ore di distanza dalle celebrazioni dell'agguato che costò la vita ai cinque uomini della scorta allo statista democristiano Aldo Moro. Mattarella, insieme alle più alte cariche dello Stato, aveva presenziato all'inaugurazione del nuovo monumento dedicato all'appuntato dei carabinieri Domenico Ricci, che guidava l'auto di Moro, al maresciallo Oreste Leonardi, il capo scorta, e agli agenti di polizia Giulio Rivera, Francesco Zizzi e Raffaele Iozzino. E proprio sulla nuova lapide sono comparse le scritte di stanotte. Mentre alcuni giorni prima sul vecchio monumento era comparsa un'altra scritta oltraggiosa: “A morte le guardie”.

© Riproduzione riservata