Italia

2/14 I mille volti della Cdp / La complessa partita su Alitalia

  • Abbonati
  • Accedi
    Sfide passate e future

    Dal mancato salvataggio di Mps all’affondo su Tim: i mille volti di Cassa depositi e prestiti

    Gli attuali vertici (in scadenza) di Cassa depositi e prestiti, l’ad Fabio Gallia e il presidente Claudio Costamagna, l’hanno definita un “animale complicato” presentando i risultati 2017 che si sono chiusi con quasi 34 miliardi di risorse mobilitate e gestite (+20%). Più che per il lavoro sottotraccia che svolge ogni giorno, la spa di Via Goito, partecipata dal Tesoro e dalle fondazioni bancarie, è finita però sotto i riflettori per le grandi partite, alcune delle quali rimaste nei cassetti, in cui finora è stata coinvolta. Ecco le sue mille facce raccontate attraverso gli snodi principali dell’ultimo triennio.

    2/14 I mille volti della Cdp / La complessa partita su Alitalia

    Il meccanismo dovrebbe essere quello già battuto per Ilva: ingresso nel capitale come partner finanziario e con una quota di minoranza. A patto, è il refrain della Cassa, che il futuro socio di Alitalia presenti un “piano industriale credibile e sostenibile”. Una discesa in campo che non dispiacerebbe, va detto, né ai Cinquestelle né alla Lega che hanno più volte diffidato l'esecutivo dal procedere a una svendita agli stranieri dell'ex compagnia di bandiera. Ma il dossier, per ora, è fermo in attesa che riparta l'iter della vendita dopo la chiusura della deadline (ieri) per le offerte vincolanti. Con Lufthansa ed easyJet che si sarebbero fatte avanti. Per l'eventuale coinvolgimento di Cdp, toccherà aspettare.

    © Riproduzione riservata