Italia

Caso Consip, ascoltato Matteo Renzi

audizione in procura

Caso Consip, ascoltato Matteo Renzi

Matteo Renzi ascoltato dai pm di Roma come persona informata sui fatti. L'audizione rientra nell'inchiesta Consip, dopo che nei giorni scorsi pm hanno compiuto un confronto fra il ministro dello Sport uscente Luca Lotti e Luigi Marroni, ex ad di Consip. L'interrogatorio ha riguardato la funzione di Lotti e i contatti che questi aveva. L'obiettivo dei pm è di chiarire se fu il ministro a rivelate a Marroni che la Procura di Napoli stava indagando sulla Centrale acquisti della Pubblica amministrazione. Matteo Renzi ha spiegato ciò che sapeva anche nel corso di un interrogatorio svolto con i legali di Lotti in una indagine difensiva. Marroni, infatti, ha sempre accusato Lotti e i generali dei Carabinieri Tullio Del Sette ed Emanuele Saltalamacchia di avergli riferito dell'inchiesta Consip, così da compiere una bonifica nei suoi uffici.

La ricostruzione di Marroni
In particolare, Marroni ha detto che «Lotti mi informò che si trattava di un'indagine (quella su Consip, ndr) che era nata sul mio predecessore Casalino (Domenico, il quale risulta stretti rapporti con l'imprenditore Alfredo Romeo, ndr) e che riguardava anche l'imprenditore campano Romeo». Aggiunge che «ho fatto effettuare la bonifica del mio ufficio in quanto ho appreso in quattro differenti occasioni da Filippo Vannoni (presidente di Publiacqua, ndr), dal generale Emanuele Saltalamacchia (comandante Legione Toscana, ndr), dal presidente di Consip Luigi Ferrara e da Luca Lotti di essere intercettato (...). Con il generale Saltalamacchia intercorre un rapporto di amicizia da diversi anni e anche lui mi disse che il mio telefono era sotto controllo, anche in questo caso l'informazione la ricevetti prima dell'estate 2016. (...) Luigi Ferrara mi ha notiziato di essere intercettato lui stesso e che anche la mia utenza era sotto controllo per averlo appreso direttamente dal comandante generale dei Carabinieri Tullio Del Sette; questa notizia l'ho appresa dal Ferrara non ricordo con precisione ma la notizia la colloco tra luglio e settembre 2016 e comunque non ad agosto in quanto ero in ferie».

© Riproduzione riservata