Italia

Alitalia, incontro interlocutorio sulla Cigs. Nuovo round il 23

tavolo con i sindacati

Alitalia, incontro interlocutorio sulla Cigs. Nuovo round il 23

È stato un incontro definito interlocutorio quello di oggi al ministero del Lavoro sulla nuova procedura di Cigs per Alitalia. Lo riferiscono i sindacati, spiegando che non si è entrati nel dettaglio dei numeri e che ci si è dati appuntamento per il 23 aprile per un nuovo incontro al ministero.

Nel frattempo il confronto proseguirà in azienda il 19 aprile con due tavoli separati, uno per i naviganti e uno per il personale di terra. La nuova procedura di Cigs coinvolge complessivamente 1.680 dipendenti, di cui 1.230 di terra, 360 assistenti di volo e 90 comandanti. I sindacati dei lavoratoti hanno chiesto di ridurre questi numeri, che ora verranno ora ulteriormente approfonditi nel confronto in sede aziendale. Il 23 si potrebbe anche non arrivare a chiudere la trattativa, per la quale c'è tempo fino al 30 aprile.

Calenda: Alitalia fragile, serve un partner
Oggi in un’intervista il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda è tornato sull’intera vicenda. «I commissari hanno fatto un buon lavoro. Il prestito ponte è sostanzialmente intatto ma, andrà comunque restituito dopo la vendita. Alitalia rimane fragile e ha bisogno di un partner». Per Calenda c'è «la possibilità di lavorare sulle offerte e arrivare a una soluzione strutturale che non costi più ai cittadini. Ma anche qui c'è bisogno del nuovo governo altrimenti gli investitori non compreranno. Per questo faremo il decreto di spostamento dei termini della vendita. Oggettivamente, però, l'offerta Lufthansa è quella più promettente».

Vendita Alitalia a nuovo Governo, passi avanti Lufthansa

© Riproduzione riservata