Italia

Forte scossa di terremoto in Molise. Per ora nessun danno segnalato

  • Abbonati
  • Accedi
Ad acquaviva collecroce (Cb)

Forte scossa di terremoto in Molise. Per ora nessun danno segnalato

Una serie di scosse di terremoto ha allarmato questa mattina gli abitanti del Molise. La più forte, di magnitudo 4.2, è stata registrata vicino a Termoli e su tutta la costa. L’epicentro è stato localizzato a 1 chilometro a sud est di Acquaviva Collecroce, in provincia di Campobasso, con magnitudo 4,2 e profondità 31 chilometri. La scossa è stata avvertita anche in Abruzzo fino a Pescara. Altre scosse erano state in precedenza rilevate dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia anche nella costa calabra sud orientale (Reggio Calabria), quindi nei pressi di Guardialfiera (Cb) e, la più intensa, del 3,5, nei pressi di Muccia (Mc). In corso accertamenti per capire gli eventuali danni a cose e persone, che al momento non vengono segnalati né sono pervenute richieste di soccorso.

La scossa è stata avvertita anche in alcune zone di confine con la Puglia. Lo si apprende dalla Protezione civile regionale pugliese. Alcune persone - a quanto viene riferito - hanno chiamato i numeri di emergenza per segnalare l'evento, ma dopo qualche momento di paura la situazione è tornata subito alla normalità.

Il terremoto di magnitudo 4,2 avvenuto oggi in Molise non rientra nella sequenza sismica iniziata il 24 agosto 2016 nell'Italia centrale. «È un evento
nuovo», ha detto il presidente Ingv, Carlo Doglioni. Anche la faglia segue un comportamento diverso rispetto ai terremoti della sequenza di Amatrice perché è molto più profonda e segue un movimento orizzontale.

Il sindaco di Montenero di Bisaccia, Nicola Travaglini, ha firmato un'ordinanza con la quale dispone la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale per la giornata di domani, giovedì 26 aprile 2018, al fine di consentire i sopralluoghi tecnici delle strutture scolastiche.

© Riproduzione riservata