Lifestyle

Giro d'Italia 2018, Froome: "La battaglia più grande della…

  • Abbonati
  • Accedi
Sport

Giro d'Italia 2018, Froome: "La battaglia più grande della mia carriera"

  • –a cura di Datasport

Con il settimo posto all'arrivo di Cervinia, Chris Froome ha vinto il Giro d'Italia 2018, il primo della sua carriera. L'inglese del Team Sky, dopo l'arrivo della 20a e penultima tappa, non ha trattenuto l'entusiasmo per la sua terza vittoria consecutiva nei Grandi Giri. "Una vittoria molto speciale, anche se non è ancora finita perché c'è la tappa di Roma, ma la battaglia è andata. E' davvero un sogno che si realizza, sono molto emozionato: sono state settimane molto dure, con momenti molto difficili".   Per più di 20 giorni, Froome è stato nelle retrovie, fino all'impresa di Bardonecchia e la fuga sul Colle delle Finestre: "Ieri dovevo vincere la tappa, non avrei mai pensato di prendere la maglia rosa, è stata una sorpresa persino per me. I miei compagni di squadra hanno avuto fiducia e mi hanno sempre rassicurato, posso solo ringraziarli. La battaglia e l'impresa più grande della mia carriera: vincere Vuelta, Tour e Giro consecutivamente è il più grande obiettivo di noi ciclisti". Riconosce i meriti al vincitore della Corsa Rosa, invece, il secondo in classifica, il dominatore della scorsa edizione Tom Dumoulin: "Ho dato quello che avevo - dice l'olandese del Team Sunweb - sono orgoglioso della squadra e di me stesso, e sono contento che sia quasi finita. Tra ieri ed oggi, Froome è stato troppo forte per me. Non ho rimpianti".