Italia

Mattarella: «Stabilità finanziaria cruciale per i risparmi»

  • Abbonati
  • Accedi
messaggio all’assemblea di confcommercio

Mattarella: «Stabilità finanziaria cruciale per i risparmi»

«Il contributo che date alla stabilità finanziaria, elemento prezioso per il risparmio degli italiani e dell'intero nostro paese, anche nella vostra qualità di investitore di lungo termine, fa di voi fondazioni una delle ancore su cui l'Italia può contare sul suo futuro». Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella all'apertura del 24esimo congresso nazionale dell'Acri, l'associazione delle fondazioni e casse di risparmio.

Obiettivo delle fondazioni salvaguardare i piccoli risparmiatori
Il presidente della Repubblica ha ricordato che l'esperienza delle Fondazioni «trova origine nell'intendimento di salvaguardare i piccoli risparmiatori e di finanziarne le imprese in un collegamento stretto tra i depositi e gli investimenti del territorio». Mattarella ha quindi espresso «apprezzamento per la guida sapiente e lungimirante» dell'Acri da parte di Guzzetti in questi anni. «Le Fondazioni in questi anni hanno svolto funzioni preziose di integrazione, a volte di supplenza, di missioni pubbliche accompagnando nel contempo l'affermazione strategica del ruolo di importanti banche italiane». Le Fondazioni secondo Mattarella hanno avuto equilibrio «tra le capacità di ascolto, di guida di innovativi processi locali e dall'altro il ruolo di protagonisti significativi come investitori avveduti». Gli enti di origine bancaria quindi si sono dimostrati «attori e non spettatori del cambiamento, nello svolgere la missione di tutela dei patrimoni nati dalla volonta' dei cittadini, di difesa del risparmio e del suo impiego verso obiettivi che siano di crescita economica e di inclusione territoriale, culturale e sociale».

Economia in recupero, ma molto da fare su lavoro e giovani
«Serve una forte responsabilità comune per consolidare la fiducia di famiglie, imprese, risparmiatori e investitori, condizione necessaria per la stabilità, la tutela dei risparmi e il proseguimento di una fase favorevole». Il capo dello Stato Sergio Mattarella lo ha sottolineato in un messaggio inviato all’assemblea di Confcommercio. Il capo dello Stato, rivolgendo «un caloroso saluto a tutti i partecipanti all'assemblea di Confcommercio che si tiene in una fase di incoraggiante recupero della nostra economia», ha sottolineato che «gli sforzi per espandere l'occupazione attraverso la crescita, creando lavoro stabile e di qualità, per sostenere i redditi e i consumi delle famiglie e dare una prospettiva di futuro migliore ai nostri giovani, sono, tuttavia, ben lungi dal poter essere considerati conclusi».

Impegno condiviso per favorire l’imprenditorialità
«Occorre un impegno condiviso - ha sottolineato il capo dello Stato - per favorire l'imprenditorialità e le prospettive di sviluppo, con investimenti in infrastrutture, innovazione e formazione per rendere il nostro sistema più competitivo nel quadro europeo, nella riconfermata sostenibilita' delle finanze pubbliche».

Serve una forte responsabilità comune per consolidare fiducia economica
«Serve una forte responsabilità comune per consolidare la fiducia di famiglie, imprese, risparmiatori e investitori, condizione necessaria per la stabilità, la tutela dei risparmi e il proseguimento di una fase favorevole», ha scritto il presidente della Repubblica.

Ruolo fondamentale delle rappresentanze
Il presidente della Repubblica ha ricordato che le «rappresentanze di impresa giocano un ruolo fondamentale per creare una consapevolezza diffusa, anche nei settori del commercio, del turismo e dei servizi, del valore delle risorse che possono essere messe in campo nell'interesse generale del Paese».

© Riproduzione riservata