Italia

Conte: «Al lavoro sul decreto terremoto»

  • Abbonati
  • Accedi
nelle zone colpite dal sisma

Conte: «Al lavoro sul decreto terremoto»

Il premier Giuseppe Conte (Ansa)
Il premier Giuseppe Conte (Ansa)

«Da domani saremo al lavoro sul decreto terremoto in discussione, nei prossimi giorni, in Parlamento, è il primo passaggio fondamentale». Lo ha detto il premier Giuseppe Conte nel corso della sua visita ad Arquata del Tronto. «Oggi ho fatto visita alle zone terremotate del Centro Italia. Ho voluto con forza che la mia prima uscita in Italia da Presidente del Consiglio fosse proprio qui, in queste terre ferite violentemente dal terremoto. Sono venuto qui per ascoltare i cittadini che vi abitano, per comprendere da loro, ma anche dagli amministratori locali, cosa serve e di cosa hanno bisogno», ha sottolineato il premier Giuseppe Conte in un post su facebook in cui si sofferma sulla sua visita
nelle zone terremotare del Centro Italia. «A tutti i terremotati del centro Italia, delle Marche, del Lazio, dell'Umbria, Dell'Abruzzo, voglio dire che non saranno lasciati soli. Voglio dire loro che tutto il mio impegno sarà volto a fare in modo che oltre al dolore e alle gravi perdite che hanno subito in quella notte dell'agosto di due anni fa, non debbano più subire anche la solitudine e il senso di abbandono da parte delle istituzioni», ha scritto il premier.

Solidarietà a chi soffre
Ad Amatrice questa mattina aveva detto: «Sono qui per un gesto di solidarietà verso le persone che hanno sofferto e ancora soffrono. Per evitare che sentano un senso di solitudine». Amatrice è stata la prima tappa della visita nelle zone colpite dal terremoto nel 2016. Accolto dal sindaco facente funzioni Filippo Palombini, il premier ha fatto tappa al centro storico della cittadina, dopo una breve sosta alla chiesa di S. Agostino. Poi al Parco Comunale per incontrare gli amministratori locali.

«Non sono qui per parlare male degli altri»
«La distruzione è totale ma io non sono venuto qui per parlar male degli altri», ha detto il premier ad alcuni residenti, al centro commerciale di Amatrice, che gli facevano notare come siano stati fatti finora diversi errori nella fase post terremoto. In tanti hanno chiesto al capo del governo di intervenire già nel decreto in discussione per agevolare le attività commerciali e creare diverse zone di priorità nel cratere. «Dosare le priorità è complesso», ha spiegato Conte.

Su Aquarius grazie alla Spagna
Sulla vicenda dei migranti della nave Aquarius il premier ha confermato di essere «in diretto contatto» con le autorità coinvolte. E ha ringraziato la Spagna: « Avevamo chiesto un gesto di solidarietà da parte dell'Ue su questa emergenza. Non posso che ringraziare le autorità spagnole per aver raccolto l'invito», ha detto il premier Giuseppe Conte. Ma ha ricordato che il problema dell'emergenza immigrazione resta e stasera è confermato l'incontro con tutti i ministri e le autorità competenti «perché la questione va affrontata in maniera complessiva».

© Riproduzione riservata