Italia

Le cooperative al rilancio: ascolto del territorio e politiche attive per…

  • Abbonati
  • Accedi
conferenza programmatica dell’Agci a Roma

Le cooperative al rilancio: ascolto del territorio e politiche attive per il lavoro

Otto miliardi di euro di fatturato pari all'1% del Pil; 400mila soci e 120mila occupati; oltre 6000 imprese attive sul territorio nazionale presenti in tutti i settori economici. Agci (Associazione generale delle cooperative italiane) la centrale laica della cooperazione, recentemente rinnovata nei vertici, ha serrato le fila del suo impegno a favore delle imprese associate nel corso della Conferenza Programmatica “Un'Associazione in cammino” tenutasi a Roma all'Auditorium Via Veneto. Gli obiettivi: ascolto del territorio, sostegno alle cooperative, valorizzazione della diversità.

«I cooperatori e le cooperatrici sono la vera anima della nostra Associazione e quindi è nostro dovere saper valorizzare, e rendere concreta, quella cultura che meglio di ogni altra le nostre cooperative sanno quotidianamente esprimere e rappresentare” ha detto Brenno Begani, Presidente Agci, nella sua relazione introduttiva, mettendo in chiaro i punti prevalenti dell'attività associativa: avvio di progetti per le politiche attive del lavoro; revisione della riforma del credito cooperativo; definizione e sottoscrizione di alcuni accordi importanti per le imprese associate e per i giovani, tra i quali la sigla del Protocollo con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per favorire i percorsi di alternanza scuola-lavoro nelle nostre imprese.

E ancora: la sigla del Protocollo con Unioncamere, che consentirà di assicurare alle cooperative aderenti un qualificato supporto nei percorsi di innovazione e di transizione digitale sull'intero territorio nazionale, attraverso la rete dei cosiddetti “PID”; collaborazione con un Incubatore certificato per accompagnare imprenditori o aspiranti tali nei percorsi di creazione ed aggregazione di progetti di sviluppo e di occupazione, con lo scopo di favorire e supportare la promozione di nuove forme d'impresa, così come il restart di quelle già esistenti.

Nel corso della Conferenza è stato consegnato un riconoscimento speciale alle donne impiegate negli uffici territoriali e nazionali Agci, nell’ottica di valorizzazione del territorio e delle pari opportunità, come obiettivo prioritario dell'Associazione.

© Riproduzione riservata