Italia

La guida rapida: casa in affitto, l'abc della cedolare secca

  • Abbonati
  • Accedi
IL LUNEDÌ DEL SOLE IN ANTEPRIMA

La guida rapida: casa in affitto, l'abc della cedolare secca

Che sia sotto forma di trattenuta in busta paga o con il modello F24, per la cedolare secca sugli affitti è tempo di pagamenti. Saldo 2017 e primo acconto 2018: un'accoppiata che l'anno scorso ha portato nelle casse dell'Erario circa un miliardo di euro, secondo il Bollettino delle entrate tributarie. La guida rapida, il nuovo supplemento settimanale dell'esperto risponde, propone lunedì un approfondimento speciale sulla tassazione delle locazioni. La guida spiega nel dettaglio come e quanto versare, con l'esempio di alcuni casi risolti. Non si affrontano solo le regole “base” di questa tassa piatta, ma anche le eccezioni: compresa la possibilità di pagare un acconto inferiore rispetto a quello calcolato in base all'imposta 2017. Vengono illustrati nel particolare anche i vari rimedi agli errori: dagli omessi o insufficienti versamenti, alle opzioni compiute in ritardo, fino alle ipotesi di mancata comunicazione della proroga.

Cedolare secca sugli affitti, guida al pagamento dellacconto

Tutte le regole sul contante tra stipendi, pensioni e viaggi
Da domenica prossima, 1° luglio (di fatto da lunedì 2), i datori di lavoro non potranno più pagare in contanti le retribuzioni ai lavoratori dipendenti e ai collaboratori. Dovranno essere usati solo mezzi di pagamento in grado di assicurare la tracciabilità del movimento di denaro (bonifico, assegno, eccetera. Partendo da questo cambiamento, Il Sole 24 Ore del lunedì riepiloga il quadro delle disposizioni che regolano l'uso del contante dalla soglia generale di 3mila euro, alle pensioni di importo mensile superiore a mille euro, dai viaggiatori extra Ue all'eventuale dichiarazione in dogana per trasporto di denaro.

Professionisti, le opportunità dal non profit a Linkedin
Entrare nell'organo di controllo di associazioni o fondazioni, curare la revisione dei conti per le organizzazioni maggiori, gestire gli aspetti giuslavoristici dei contratti nelle imprese sociali e rivedere gli statuti degli enti non profit, allineandoli alle previsioni della riforma del terzo settore. Sono queste alcune delle chance professionali che si aprono per commercialisti, revisori dei conti, avvocati consulenti del lavoro, notai e fundraiser dopo che la riforma ha ridisegnato le regole generali e di gestione degli enti del privato sociale. Il tema è approfondito da “.professioni”, la nuova sezione specializzata in uscita tutti i lunedì con Il Sole 24 Ore. Tra gli altri temi, la pagina sulla gestione dello studio si occupa degli obblighi e degli adempimenti legati alla presenza dei tirocinanti, mentre la pagina “Sportello finanziamenti” spiega le opportunità di finanziare praticantato o coworking all'estero attraverso i fondi messi a disposizione dalle Regione. Infine, i primi passi su Linkedin per i giovani alla ricerca di un contatto con gli studi professionali.

La Cassazione apre allo sgravio degli interventi su beni di terzi
La decisione delle Sezioni unite 11533/18 della Cassazione sulla detraibilità dell'Iva relativa alle spese di ristrutturazione o manutenzione straordinaria degli immobili di terzi “apre” alla deducibilità di tali spese a livello reddituale. In Norme & Tributi tutte le indicazioni operative.

© Riproduzione riservata