Italia

Star Alliance (con Lufthansa) investe a Fiumicino su una nuova lounge

  • Abbonati
  • Accedi
trasporto aereo

Star Alliance (con Lufthansa) investe a Fiumicino su una nuova lounge

Star Alliance, l’alleanza globale tra compagnie aeree più vasta del mondo, di cui fa parte anche Lufthansa, rafforza la presenza all’aeroporto di Roma Fiumicino e sul mercato italiano. L’alleanza aprirà domani una nuova sala d’attesa riservata (in gergo “lounge”) per i passeggeri “premium”, cioè di prima classe e business class e i titolari della carta Star Alliance Gold. Potranno utilizzarla i passeggeri delle 17 compagnie di Star Alliance che volano su Roma (sono 28 le compagnie associate), fanno 640 voli settimanali da e per Roma, circa 90 in media al giorno, verso 25 destinazioni in 20 paesi. In totale tutte le compagnie di Star Alliance fanno oltre 18.800 voli al giorno verso più di 1.300 destinazioni nel mondo.

Affondo sul mercato italiano
Con questo affondo Star Alliance fa un investimento in qualità per migliorare il comfort dei propri clienti più ricchi. È un segno dell’importanza del mercato italiano, sul quale ha una forte presenza soprattutto uno dei vettori di punta dell’alleanza, Lufthansa insieme al suo gruppo di compagnie controllate (Swiss, Brussels, Austrian). «Questa è la settima lounge con il marchio Star Alliance che apriamo in tutto il mondo», ha spiegato oggi durante l’inaugurazione Christian Draeger, direttore “customer experience” di Star Alliance. Sull’intera rete mondiale della Star Alliance le lounge disponibili sono oltre mille.

«Ci siamo posti come obiettivo - ha aggiunto Draeger - il miglioramento dell’esperienza di viaggio del cliente. Perché abbiamo scelto Roma? Negli aeroporti più importanti dell’alleanza, gli hub, abbiamo una “premium lounge” fornita dalla compagnia di casa. Per esempio a Francoforte è la Lufthansa che mette a disposizione la sala, a Chicago la United. A Roma nella nostra rete non abbiamo una compagnia di casa appartenente alla Star Alliance. Allora abbiamo deciso di consolidare la nostra rete con questo investimento, per offrire un’esperienza all’avanguardia ai nostri clienti in partenza dalla Città eterna».

Star Alliance vuole Alitalia? «Non posso commentare»
Abbiamo chiesto a Draeger se quest’investimento possa preludere all’inserimento nella Star Alliance di una nuova compagnia italiana, segnatamente di Alitalia, visto che Lufthansa è interessata a comprare parte delle attività di volo. «Non posso commentare questa domanda, va oltre l'argomento di oggi», ha risposto Draeger. La procedura di cessione di Alitalia affidata ai commissari dal precedente governo è congelata, in attesa di indicazioni dal nuovo esecutivo Lega-M5S.

Investimento di Aviapartner
La lounge ha una superficie di 500 metri quadrati, può ospitare 130 persone, è nel terminal 3, al primo piano dell’area d'imbarco D. Offre un facile accesso alle partenze per i voli diretti a destinazioni europee dell’area Schengen, quindi è utile soprattutto per i voli di breve e medio raggio. I partner dell’iniziativa sono il gestore dello scalo, la società Aeroporti di Roma (AdR) e Aviapartner, società internazionale di servizi aeroportuali che ha materialmente realizzato l'investimento a Fiumicino. «Abbiamo speso 1,2 milioni di euro», ha spiegato Paul Whelan, azionista e consigliere di amministrazione di Aviapartner. Secondo quanto appreso dal Sole 24 Ore, l'accordo di “partnership” tra Aviapartner e i vettori di Star Alliance è basato su un contratto di affitto della durata di 5 anni.

L'impegno di AdR
I dirigenti di AdR - Ivan Bassato, direttore airport management e Filippo Carbonari, direttore Real estate - hanno detto che il gestore aeroportuale è impegnato ad ammodernare l’aeroporto e a migliorare la qualità dei servizi. «Questa era una vecchia sala Vip, molto vecchia, che non dava un buon servizio ai passeggeri» ha detto Carbonari.

Le mosse di Alitalia, British Airways e Premium Plaza
Nelle ultime settimane a Fiumicino sono state aperte una nuova lounge di Alitalia di 1.000 metri quadrati e una lounge di British Airways di 500 metri quadrati. Due mesi fa è stata inaugurata una lounge dell’operatore di Hong Kong Plaza Premium Group, una novità perché non è una compagnia ma un gruppo specializzato nell’offrire questi servizi ai vettori. A Fiumicino Premium Plaza ha aperto una struttura di oltre mille metri, accessibile ai clienti di tutte le compagnie che stipulino un accordo con questo sviluppatore. Peccato che le “lounge” rimangano un servizio sostanzialmente di “lusso” nel mondo dell’aviazione nel quale aumenta sempre di più la quota di mercato delle low cost: infatti non hanno accesso alle lounge i passeggeri di economica.

© Riproduzione riservata