Italia

Di Maio: i tavoli Ue sui migranti antipasto di quello che avverrà a…

  • Abbonati
  • Accedi
INTERVISTA A SKYTG24

Di Maio: i tavoli Ue sui migranti antipasto di quello che avverrà a quelli dell’economia

Il vicepremier Luigi Di Maio è intervenuto a L’Intervista su Sky .(Foto Sky)
Il vicepremier Luigi Di Maio è intervenuto a L’Intervista su Sky .(Foto Sky)

«I tavoli sull’immigrazione sono solo l’antipasto di quello che avverrà ai tavoli dell’economia. Non vogliamo arrivare a fine anno a una legge di Bilancio in cui l’Europa ci ha detto tutto quello che dobbiamo fare». Lo ha chiarito il vicepremier Luigi Di Maio, intervenuto alla trasmissione televisiva L’Intervista di Maria Latella su SkyTG24. «Il declassamento dell’Italia pare ci sia stato pure con governi che hanno praticato l’austerity - ha sottolineato -. L’impennata del debito pubblico c’è stata pur praticando l’austerità e allora questo vuol dire che la ricetta è sbagliata. Voglio dire a tutto questo mondo: noi vogliamo ridurre il debito pubblico ma dobbiamo avere margini per investimenti, riduzione della povertà e fisco».

Partite Iva? Lavoriamo su tutti i fronti
Alla domanda se corrisponda al vero che stia lavorando ad ampliare la platea che può accedere al forfait per le partite Iva alzando il tetto a 80 mila euro, Di Maio ha chiarito che «imprese, partite Iva, lavoratori e pensioni: stiamo lavorando su tutti i fronti».

Decreto dignità: non arretriamo sui principi
«Noi come gruppo parlamentare del Movimento in parlamento non siamo disposti ad arretrare sui principi di questo provvedimento», ha ribadito Di Maio sul decreto dignità, che si appresta a compiere il cammino parlamentare.

Pensioni d’oro: questa settimana ddl a Senato
«Questa settimana nella commissione Lavoro del Senato calendarizzeremo la proposta di legge sul taglio delle pensioni d’oro - ha annunciato Di Maio -. Puntiamo a che l’ok a questo provvedimento arrivi prima dell’estate».

Entro questa settimana nomina vertice Cdp
Un passaggio dell’intervento è stato su Cassa depositi e prestiti. «Entro questa settimana nomineremo il capo di Cassa Depositi e Prestiti», ha detto il ministro. «La vocazione di Cassa Depositi e Prestiti resterà quella classica, non la vogliamo far entrare nel perimetro dell’attività bancaria che porterebbe delle storture. Tuttavia, nel nostro programma c’è la banca degli investimenti e lo faremo anche nell’ambito della mission di Cdp».

Incontro Salvini-Colle legittimo
Il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro ha commentato anche la vicenda del sequestro dei fondi della Lega e, in particolare, la richiesta del ministro dell’Interno Matteo Salvini di incontrare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, incontro che sarà lunedì ma che non riguarderà questa questione. «Chiedere un incontro al Colle è legittimo - ha ricordato Di Maio -, a maggior ragione se non si parla di magistratura. Non ho alcun imbarazzo rispetto a questa vicenda della Lega anche perché so che riguarda i tempi di Bossi, non di Salvini».

© Riproduzione riservata