Economia

Dossier Un mondo fiabesco sotto le Apuane

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 84 articoliIn bici sulle dighe

Un mondo fiabesco sotto le Apuane

La Garfagnana è una sorta di meravigliosa terra di mezzo, interamente attraversata dal fiume Serchio e dai suoi  affluenti nonchè ricchissima di boschi, con un'altitudine che supera i 2mila metri. E’ compresa tra le Alpi Apuane e la catena principale dell'Appennino Tosco emiliano: percorrere le sue strade – si dice – proietta il viaggiatore in un mondo parte, a sprazzi anche fiabesco. La Garfagnana è uno spazio immenso che ruota attorno al fiume Serchio, che col suo verde smeraldo sembra quasi confondersi con le montagne circostanti, le colline e i prati sui quali sono diffuse varie coltivazioni.  

Un esempio delle bellezze di un mondo fatato è Vagli di Sotto, che appare subito ai piedi delle vette apuane, talvolta innevate anche in primavera. Parliamo di Sumbra, del Roccandagia e del Tambura, che fanno quasi da skyline al Lago di Vagli. Quest’ultimo, quasi come un quadro, è poi unito da due ponti testimoni di due epoche diverse:  il vecchio Ponte Morandi, della metà del Novecento, e il recentissimo Ponte Tibetano sospeso.

Vagli e le sue strade ciottolate sono un autentico gioiello così come le sue chiese, tra cui quella stupenda di San Regolo, patrono del paese, eretta intorno al XIII secolo, che mostra una bellissima facciata romanico-gotica, e altri elementi artistici ultracentenari al suo interno. Inoltre, dalle viuzze del paese partono vari percorsi, di cui uno arriva proprio al Ponte Morandi, che collega l’abitato alla sponda opposta del lago, tramite una passerella che supera di poco il centinaio di metri.

© Riproduzione riservata