Italia

FiancoAFianco, alleanza Generali-Don Gnocchi per i feriti in incidenti…

  • Abbonati
  • Accedi
rc auto

FiancoAFianco, alleanza Generali-Don Gnocchi per i feriti in incidenti gravi

“FiancoAFianco”, ovvero dare supporto psicologico ai feriti e alle loro famiglie, dal percorso di cura e di riabilitazione, fino all'aiuto nell'abbattimento delle barriere architettoniche. È una alleanza che vede Generali Italia, accanto alla Fondqazione Don Gnocchi, siglare un protocollo per nuovo modo nuovo di assistere le persone, clienti e non, ferite in incidenti dove sono coinvolti veicoli con assicurazione Rc auto della società. Sono quasi 250 mila le persone ferite ogni anno in Italia in oltre 175 mila incidenti stradali gravi. Il 70% riporta conseguenze importanti e oltre metà è giovane, con meno di 55 anni.

Sostegno personalizzato
Il nuovo protocollo per le vittime di gravi incidenti stradali offre un sostegno personalizzato di un consulente dedicato e prevede l'attivazione di un network di partner d'eccellenza per supportare i danneggiati e le loro famiglie agendo su tre ambiti: supporto psicologico; percorso di cura e riabilitazione; assistenza e abbattimento barriere architettoniche.

GUARDA IL VIDEO: Nel 2017 oltre 1.000 incidenti mortali in Italia

Sesana: cambia il modo di fare assicurazione
«Affermiamo così il nostro ruolo sociale, cambiando il modo di fare assicurazione», ha spiegato il country manager e amministratore delegato di Generali Italia, Marco Sesana. Sesana ha ricordato che «un grave incidente stradale può cambiare la vita.

L'improvvisa perdita di autosufficienza è causa, per la persona e la sua famiglia, di un complesso sconvolgimento della quotidianità. E sono eventi con elevati costi sociali». Da questo protocollo arriva un sostegno nel percorso di ritorno graduale alla quotidianità. «Mettiamo al servizio di tutti, clienti e non, la nostra competenza e la nostra rete di partner, andando oltre la logica del solo risarcimento», ha aggounto il chief property and casualty and claims officer di Generali Italia, Massimo Monacelli.

© Riproduzione riservata