Italia

A Todi musica ed eccellenze gastronomiche per rilanciare il turismo

  • Abbonati
  • Accedi
il Todi cultural revolution

A Todi musica ed eccellenze gastronomiche per rilanciare il turismo

Todi (Marka)
Todi (Marka)

Musica, cinema, eccellenze gastronomiche, artigianali e industriali della Regione Umbria. Sono gli ingredienti di Todi cultural revolution, una manifestazione che in tre giorni, dal 13 al 15 luglio, vuole promuovere e avvicinare il pubblico alle bellezze della cittadina umbra, alla sua storia, alle sue imprese.

Un tuffo nel passato con le mostre sotto i palazzi comunali
Una mostra fotografica degli anni Sessanta e Settanta della città di Todi sotto i palazzi comunali di Todi e una mostra mercato vintage con espositori e collezionisti che, dall'abbigliamento all'artigianato, fino agli strumenti musicali da discoteca dagli anni Sessanta agli anni Novanta consentirà un salto nel passato sospesi fra le colline umbre e i palazzi medievali. Sotto i portici comunali degustazioni di vini e birre artigianali locali.

Serata all'insegna della musica
La serata di stasera sarà all'insegna della musica: con tre band e un cantautore in piazza del Popolo: dalla band di Camomilla isterica Secondo modo. C'è anche la Scoop jazz band, una band che unisce giornalisti e musicisti all'insegna della musica. A parlare dell'universo femminile e dei traguardi ancora da raggiungere c'è anche il cantautore Andrea Febo, autore della canzone del duo Meta-Moro “Non mi avete fatto niente”, brano prima tacciato di plagio, scartato, ripescato e vincitore di Sanremo. E ora autore di una canzone, “Denuncialo”, contro tutte le violenze.

Rilanciare il turismo
L'evento, promosso da Associazione C. revolution e Associazione DonneArte con il patrocinio del Comune di Todi ha l'obiettivo di rilanciare un turismo che sembrava essersi spento in lunghi periodi dell'anno, complice il terremoto. Un rilancio che parte da idee e iniziative culturali per far crescere il territorio ed evidenziare i pregi della città e della regione, dal sole alle colline, dai boschi alle terme, dagli antichi borghi all'arte, alla pittura, alla storia, senza dimenticare le eccellenze gastronomiche dei luoghi e il buon vino.

Appuntamento annuale
«L'evento - spiega la presidente dell'associazione DonneArte, Lidia Vizzino- é stato promosso per il rilancio della città di Todi e delle imprese turistiche e commerciali del territorio rimaste ferme dopo il terremoto. Una tre giorni che é solo la prima edizione di un evento che si ripeterà d'ora in poi di anno in anno per riportare il turismo a Todi». «Iniziamo a vedere - aggiunge Raffaella Pagliochini, presidente del Consiglio comunale della città umbra - i primi risultati delle iniziative di rilancio del territorio, patrocinate dal comune di Todi, anche con piccoli contributi. Si tratta di iniziative di vario genere che hanno riportato il turismo estero che si era fermato dopo il sisma».

© Riproduzione riservata