Italia

Antonino Maggiore, un generale della Guardia di Finanza all’agenzia…

  • Abbonati
  • Accedi
nuovi vertici anche per demanio e dogane

Antonino Maggiore, un generale della Guardia di Finanza all’agenzia delle Entrate

L’attuale comandante regionale della Guardia di Finanza del Veneto, Antonino maggiore, sarà il nuovo numero uno dell’agenzia delle Entrate. A proporre la nomina del successore di Ernesto Maria Ruffini è stato il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, nel Consiglio dei ministri della serata dell’8 agosto. Cambio ai vertici anche all’agenzia delle Dogane e del Demanio.Alla prima approderà Benedetto Mineo, con alle spalle una lunga esperienza in Equitalia dove ha ricoperto incarichi di vertice. Avvicendamento anche al Demanio, dove Roberto Reggi sarà sostituito dal prefetto Riccardo Carpino, che ha ricoperto tra l’altro l’incarico di Capo Gabinetto del Ministro per i rapporti con le Regioni e per la coesione territoriale tra il 2008 e il 2011 e negli ultimi mesi è stato tra i consiglieri del ministro Tria.

Il Governo ha esercitato così la possibilità riconosciutagli dalle norme sullo spoils system di cambiare i vertici delle Agenzie fiscali entro i tre mesi dal voto di fiducia.

Il generale con quattro lauree

È la prima volta che la guida dell’agenzia delle Entrate viene affidata a un generale della Guardia di Finanza. Maggiore è nato a Cormons nel goriziano nel 1960. A luglio 2014, mentre ricopriva l’incarico di
Comandante regionale in Friuli Venezia-Giulia, è stato promosso a generale di divisione e dall’ottobre del 2015 ricopre il ruolo di comandante regionale in Veneto della Guardia di Finanza. In precedenza era stato anche comandante provinciale a Varese e poi a Genova. Ha quattro lauree (giurisprudenza, scienze politiche e il doppio titolo in scienze delal sicurezza economico-finanziaria) oltre alla “Minerva”, il simbolo che nelle Fiamme gialle indica il diploma alla Scuola superiore di polizia tributaria. Ma non solo, perché ha conseguito anche un master in diritto tributario.

Il vicepremier Di Maio: «Un nome di garanzia»

«Questa sera abbiamo nominato il generale della guardia di Finanza Antonino Maggiore a capo dell’Agenzia delle Entrate. È un nome di garanzia, di grande esperienza e di onestà, che mi riempie di orgoglio», ha commentato il vicepremier Luigi Di Maio sul suo profilo Facebook. Di Maio si è detto
certo che Maggiore «lavorerà nell’interesse dei cittadini onesti e sarà nemico dei grandi evasori, che fino ad oggi l’hanno fatta franca a spese dello Stato e degli imprenditori e cittadini onesti. Chi riscuote le tasse deve essere al servizio del cittadino e non il contrario. Per noi gli italiani sono onesti fino a prova contraria». Infine un riferimento anche alle altre nomine: «Abbiamo anche azzerato i vertici dell’agenzia delle Dogane e dell’agenzia del Demanio. Dove c’erano rispettivamente un ex Sindaco del Pd e un ex Parlamentare del Pd ora ci sono Benedetto Mineo e Riccardo Carpino».

Procedura da completare
La procedura avviata dal Consiglio dei ministri dovrà ora essere completata. Dovrà prima incassare il via libera in Conferenza unificata per poi essere nuovamente “ratificata” da una nuova riunione in Consiglio dei ministri.

© Riproduzione riservata