House Ad
House Ad
 

Tecnologie Social Network

Facoltà DI CLICCARE

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 10 giugno 2010 alle ore 08:14.

Paolo Geymonat, NIPOTE DEL FILOSOFO DELLA SCIENZA, NEL 2005 HA FONDATO BAKEKA.IT In testa c'è il riassunto del mitico "Torrente-Schlesinger" di diritto privato, scoglio per antonomasia di chi insegue una laurea in economia o giurisprudenza: quasi 7mila visite e più di 600 download. Il massimo dei voti, invece, va agli esercizi manoscritti di complementi di tecnica per le costruzioni: cinque su cinque dai cinquanta aspiranti ingegneri che li hanno scaricati.
Benvenuti a Docsity, ultimo nato tra i punti di riferimento per gli studenti universitari che prima di dare un esame si rivolgono al web a caccia di tutto quello che sui libri di testo abitualmente non si trova. L'aspetto è quello di un suk, con i suoi nomi e saperi che si incrociano, mercanteggiando appunti e dispense; in realtà, come fa notare Riccardo Ocleppo, il giovane ingegnere elettronico torinese che l'ha pensato e realizzato, dietro al nuovo portale c'è l'ambizione di cambiare l'aria nell'angusto mondo accademico italiano, all'insegna di un'idea ben precisa di «università condivisa». Una sorta di wiki-university, in cui a «costruire il sapere, attraverso lo scambio reciproco, sono gli stessi studenti di tutta Italia», che grazie a Docsity possono caricare e scaricare materiale accademico, ma anche porre quesiti, chiedere (e ricevere) consigli in una nuova formula di forum che punta ad accostare immediatezza e praticità.
I dati di traffico? Incoraggianti. In meno di un anno, senza un euro speso in pubblicità e solo grazie al passaparola inter-facoltà, il sito è arrivato a un passo dagli 8mila iscritti, conta 150mila pagine viste ogni mese, quasi 6mila documenti caricati e 18mila download. Non male per un outsider chiamato a confrontarsi con portali dalla struttura tentacolare in cui oggi si può trovare, accanto a tesi e tesine, un appartamento, un lavoro, un master, cenni minimi di educazione sessuale.
Dal canto suo Docsity, lanciato l'estate scorsa grazie a uno scanner, una valigetta di appunti presi da mani sapienti e tanta pazienza, promette di mantenersi fedele alle origini: «Non abbiamo pubblicità, e non puntiamo a riempircene», assicura Riccardo Ocleppo. Che, fondamentalmente, ha lanciato il portale per rispondere a una sua personale frustrazione: «Mi sono laureato al Politecnico di Torino, e per anni sono stato costretto a passare ore e ore su internet alla ricerca di materiale di approfondimento o di preparazione agli esami. E la maggior parte delle volte si trattava di tempo sprecato: alla fine, non si trova mai quello di cui si ha veramente bisogno».

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: BAKEKA.IT | Docsity | Internet | Italia | Paolo Geymonat | Riccardo Ocleppo |

 

Di qui l'idea di applicare la potenza degli user generated content alla gestione e condivisione del sapere accademico: grazie a un'interfaccia che richiama quella di YouTube, i visitatori di Docsity hanno la possibilità di vedere il documento direttamente online, quindi – se la preda è stata individuata – si può procedere scaricandola; ogni utente ha diritto a cinque download, superati i quali si possono ottenere altri gettoni caricando a propria volta del materiale. La possibilità di votare e commentare ogni contributo di fatto consente di andare a colpo sicuro, magari pescando dal patrimonio personale di uno studente che frequenta una facoltà a migliaia di chilometri di distanza: al momento il 25% degli studenti che attingono regolarmente all'archivio di Docsity è iscritto a un ateneo romano, il 22% gravita nel l'area milanese e il 18% a Torino. Ma intanto cresce la quota dei poli minori, e il bello – forse – è proprio qui: «Poco per volta stiamo mettendo in rete tutto il milione e 800mila studenti italiani».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
www.docsity.com

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Fitch conferma rating “BBB+” Italia, outlook stabile

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da