House Ad
House Ad
 

Tecnologie Ict

FARE cultura D'IMPRESA

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 17 giugno 2010 alle ore 08:08.

PER Wendy Hawkins (INTEL) LA SILICON VALLEY NASCE DAL BINOMIO BUSINESS-UNIVERSITÀ
Portare la conoscenza dai laboratori universitari all'impresa. Far incontrare idee innovative e chi le può finanziare. Quando il sistema è carente, l'iniziativa per il trasferimento tecnologico è affidata ai singoli: siano essi imprenditori o istituzioni. In Italia, l'esperienza del Politecnico di Torino incoraggia: dal '99 l'ateneo gestisce l'incubatore d'impresa I3P (www.i3p.it) che ha permesso la nascita di 120 società, con una media di tre nuove imprese ogni due mesi. Un ecosistema, quello torinese, che produce effetti anche in contesti lontani.
Lo dimostra l'esito del concorso «Il talento delle idee» lanciato da UniCredit e Giovani imprenditori di Confindustria per valorizzare le migliori idee imprenditoriali innovative in Italia. Due dei tre vincitori (il secondo e il terzo classificato), selezionati tra 267 progetti da tutta Italia, provengono dall'incubatore I3P.
Ritirando il primo premio Stefano Cassani ha detto: «Questo concorso ha accelerato un processo che era già in atto», riassumendo in poche parole il senso dell'iniziativa. Parole che proprio per questo sono piaciute a Federica Guidi, presidente dei giovani industriali di Confindustria: «Lo spirito del concorso è mettere in collegamento realtà virtuose: da una parte le buone idee, dall'altra chi può avere interesse a finanziarle». Il presidente dei giovani industriali ha partecipato ai lavori del concorso prima di tutto da imprenditore: «Ho visto progetti molto interessanti – spiega – soprattutto nel settore manifatturiero. Tendenza che dimostra come i nostri giovani conservino un patrimonio di conoscenze e pratiche legate al saper fare, nel solco della migliore tradizione dell'industria italiana». Progetti che fanno venire voglia di investire? «Questi giovani sono imprenditori: con i collegi si scambiano idee. E si fanno operazioni», risponde Federica Guidi.
«Quando si creano le condizioni perché le buone idee emergano, i giovani rispondono con entusiasmo», ribatte Gabriele Piccini, responsabile retail Italy network UniCredit Group, che aggiunge: «Abbiamo voluto privilegiare progetti che ancora non avessero dato vita a un'impresa (il 64% delle domande ammesse, ndr)». Un altro dato significativo riguarda la provenienza geografica dei candidati: il 22% proviene dalle isole (Sicilia e Sardegna). Un dato che ha attirato l'attenzione di Francesco Profumo, rettore del Politecnico di Torino, che ha partecipato ai lavori in quanto membro del Comitato territoriale UniCredit Torino. «Questo significa – spiega il rettore – che il seme dell'imprenditorialità si sta disseminando in tutto il paese».

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Alessandro Daniele | Alessandro Fais | Biomed | Confindustria | Federica Guidi | Francesco Profumo | Gabriele Piccini | I3P | Intel | Niso | Paul Muller | Plastic Sort | POLVERI Biomedicine | Tecnologie | Torino | Wendy Hawkins

 

antonio.larizza@ilsole24ore.com
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un podio di innovatori

Il concorso. «Il Talento delle idee» è la gara indetta da UniCredit e Giovani imprenditori di Confindustria per le migliori idee imprenditoriali innovative in Italia. Ai tre vincitori sono stati assegnati premi in denaro dell'importo di 25, 15 e 10mila euro.

MATERIALI Una scossa per le plastiche Stefano Cassani è il vincitore del concorso. A Imola ha fondato la Plastic Sort: con questa azienda ha progettato e realizzato il prototipo di una macchina per la separazione delle plastiche. È in grado di individuare la natura del materiale plastico da trattare e separarlo in base alla sua struttura, in tempi nettamente inferiori rispetto agli impianti tradizionali oggi presenti sul mercato. Il segreto di questa macchina? Sfrutta le diverse proprietà elettriche delle plastiche.
POLVERI Biomedicine creative La EPoS di Torino, seconda sul podio, ha proposto di produrre, sia a livello scientifico che industriale, matrici metalliche per i settori biomedicale e automotive con grani sensibilmente più piccoli di quanto finora prodotto. È stata fondata da un duo: Alessandro Fais (nella foto, a destra), che ha portato know how e creatività, e Alessandro Daniele, che ha contribuito con conoscenze sul mondo finanziario e amministrativo. http://electronpower. wordpress.com
DIAGNOSI Esami e analisi in tempo reale Medaglia di bronzo per Paul Muller, fondatore della Niso Biomed, azienda nata ad Aosta ma con sede a Torino, per la proposta di commercializzare il dispositivo MT 21-42, che integra e potenzia l'esame del tratto superiore dell'apparato digestivo. L'apparecchio è anche in grado di condurre, in tempo reale, le analisi chimiche. Il riconoscimento è frutto di 10 anni di ricerca nel campo della diagnosi medica non invasiva. www.nisobiomed.com

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da