House Ad
House Ad
 

Tecnologie Scienza

Le immagini spettacolari delle esplosioni solari degli ultimi giorni. Guarda il video

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 15 gennaio 2011 alle ore 12:34.

Giovedì scorso verso le 13.30, mentre quasi tutti noi eravamo in pausa pranzo, il Sole, stella solitamente assai tranquilla, ha avuto un momento di intemperanza di non poca entità. Per il momento, comunque, la cosa non ci danneggia. Si è infatti verificata a quell'ora un'eruzione in superficie, probabilmente dovuta all'attività di una macchia solare, una di quelle piccole regioni del Sole che si vedono sulla sua superficie come macchie scure, ma che sono semplicemente meco calde del resto della superficie. Il fenomeno si è ripetuto, abbastanza simile, anche ieri verso le 8, lasciando presagire che potrebbe ripetersi ancora nei prossimi giorni.

Video / le immagini spettacolari dell'eiezione solare

L'energia rilasciata nel fenomeno ha fatto sì che molto gas della superficie solare, oltre che radiazione e particelle elementari, siano state scagliate nella rarefatta corona solare, a noi invisibile ad occhio, per almeno 7-10 milioni di chilometri, che non sono pochi, ma neppure moltissimi dato che noi ne distiamo in media 150. Queste bolle di gas caldissimo, miliardi di tonnellate allo stato di plasma a milioni di gradi, sono lanciate dalla stella a migliaia di chilometri al secondo.

Comunque, e qui sta il bello, Il tutto è fortunatamente avvenuto nella parte opposta a noi della sfera di gas che compone il Sole, e quindi energia, radiazione, particelle, plasma caldissimo e quindi pericolo se ne sono andati dalla parte opposta alla nostra.
Il breve filmato, preso dalla Sonda NASA Stereo-B, mostra bene il fenomeno. La parte scura al centro è un coronografo, in pratica un diaframma metallico e nero, che viene messo fra la telecamera e il Sole, per evitare che la luminosità dello stesso accechi il sensore della telecamera.

La stella però ruota su se stessa, con un periodo differente da zona a zona, dato che non è solida. Si va dai 25 giorni all'equatore solare ai 34 ai poli.

Se il tutto dovesse ripetersi o continuare nei prossimi giorni, quando diventerà direttamente visibile dalla Terra proprio per la rotazione solare, la enorme quantità di energia, gas e particelle rilasciate potrebbe interferire, anche pesantemente, per qualche ora con le telecomunicazioni, specie quelle satellitari.

A proteggere la Terra sta il suo buon campo magnetico, che però, proprio sotto l'impatto dell'extra di energia e radiazione, viene pesantemente alterato e ciò può produrre, per induzione, disturbi elettromagnetici.

L'atmosfera comunque per noi è un secondo baluardo e ci ripara da ogni conseguenza, mal che vada uno dei prossimi giorni vedremo un po' peggio la TV per una sera.Questo fenomeno, comunque, rientra nella ripresa di attività del Sole, iniziata, anche se a rilento rispetto alle previsioni, nel 2010.

Tags Correlati: Tecnologie

 

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da