Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 28 novembre 2011 alle ore 18:15.

My24

L'ha calzata in settembre, e in veste di tester d'eccezione nel corso di una partita di esibizione anche Lionel Messi, il fenomeno del Barcellona già due volte (la terza vittoria è nell'aria) Fifa World Player. L'oggetto del desiderio per milioni di appassionati di calcio è una versione speciale di Adizero f50, scarpetta che Adidas ha lanciato sul mercato nel 2010 con il vanto di essere la più leggera (soli 165 grammi per il numero 8.5) in assoluto mai realizzata per questa disciplina.

La particolarità di questo prezioso quanto mai indispensabile accessorio per le grandi stelle del pallone e non solo è un minuscolo chip, inserito all'interno della suola della scarpa, il cui compito è quello di trasmettere in modalità wireless dati e informazioni inerenti la prestazione dell'atleta che la indossa (distanze percorse in campo, numero di scatti, massima velocità raggiunta nella corsa ed altri ancora) a un computer o a un dispositivo mobile con esso sincronizzato. Il prodotto, come ha confermato Ryan Mitchell, uno dei responsabili della Interactive business unit della casa tedesca, utilizza una versione evoluta del sistema miCoach di Adidas che debuttò nel 2006 per monitorare le performance degli sprinter di atletica leggera. A differenza del precedente chip, quello inserito nella Adizero f50 è in grado – ha detto lo stesso Mitchell – di rilevare i parametri dell'atleta relativi a tutti i suoi movimenti effettuati in campo, in qualsiasi direzione essi compiuti.

Dal punto di vista tecnico, l'obiettivo di tale innovazione tecnologica è facilmente intuibile: rilevare in tempo reale informazioni in formato digitale sulle prestazioni fisiche del giocatore, così da compararle con quelle di una gara precedente dello stesso atleta o con quelle di un compagno di squadra. La scarpa intelligente è stata messa in commercio da Adidas in America Latina, Europa e Asia il 15 novembre e sbarcherà nei negozi degli Stati Uniti questa settimana, e precisamente giovedi 1 dicembre. La confezione include, oltre alle due scarpe con il chip, il software per analizzare e catalogare i dati su uno smartphone o un normale personal computer ed è in vendita a 245 euro (338 dollari negli Usa). Non proprio un prezzo per tutti, e soprattutto per i ragazzi, ma secondo vari esperti il richiamo del marchio e dell'add on elettronico convinceranno molti consumatori all'acquisto della Adizero f50 con miCoach.

Aspettative e previsioni a parte, il jolly che ha messo sul tavolo Adidas è sicuramente una mossa studiata da tempo per rilanciare la sfida alla grande rivale Nike, che dalla metà degli anni '90 ha sopravanzato lo storico marchio tedesco (la prima scarpina di calcio con le tre strisce bianche risale al 1920) nel mercato delle calzature dedicate al mondo del pallone. Un mercato che vale qualcosa come cinque miliardi di euro l'anno e di cui Adidas è accreditata per il 2012 di catturarne circa un terzo, portandosi a casa una fetta (in crescita del 15%) di circa 1,6 miliardi di euro.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi