Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 28 gennaio 2012 alle ore 18:30.

My24
La favola bella è interattivaLa favola bella è interattiva

La chiave è l'interattività. Ma in che modo? Libro elettronico o applicazione multimediale? La trasformazione del 'Book' in 'Ebook' pone un problema molto concreto nel mercato dei libri per bambini. Quel settore, cioè, dove il libro di carta è da sempre gioco, al centro di reinvenzioni, con ibridazioni anche nei materiali.
Sui tablet e i reader, paradossalmente, c'è meno libertà di movimento che non sulla carta. I materiali del tablet sono sempre gli stessi (alluminio, plastica, vetro) e per tenersi lontani dal confine con i videogiochi la creatività dei progettisti deve essere stimolata al massimo. Ricorrendo all'interattività.

Come il classico digitale dello studio di design Elastico, che ha ri-creato 'Pinocchio' per iPad e iPhone. Pinocchio è una app, non un eBook, in cui la voce di un attore legge la storia mentre si può interagire con il testo e gli oggetti sullo schermo, indice compreso.
La maggior parte dei libri/app oggi è ancora in lingua inglese. Il mercato più grande è quello: non solo per il parco lettori ma anche per la disponibilità di materiale. Autori come Wallace E. Keller diventano editori e ripubblicano in digitale loro vecchie storie, rendendole non solo interattive ma anche 3D (servono gli occhialini). Succede con 'The Wrong Side of the Bed in 3D', con anche musica e lettura del testo (in inglese), anche questa per iPad e iPhone-iPod touch.
Apple si candida anche ad accogliere libri per bambini di questo genere all'interno di iBooks 2: nei prossimi mesi anche nel nostro Paese. Amazon in Italia per adesso offre un apparecchio più limitato rispetto all'iPad di Apple. Ma su Kindle Fire la sperimentazione procede rapida. Un buon esempio è 'The Circus Ship', libro narrato, musicato e con testo a pop-up di Chris Van Dusen.

La speranza degli editori è che i libri digitali possano attrarre non solo i bambini (2-8 anni) ma anche i ragazzi (dai 12 anni in su) che preferiscono i videogiochi. Aiuta la tendenza dei genitori a passare ai figli i vecchi reader quando ne comprano uno nuovo.
Un problema del settore è che i genitori comprano molti libri usati (ma in digitale i costi sono sui 2-4 euro) e soprattutto che i bimbi rompono tutto, cosa spiacevole con un tablet da 3-400 euro o più. Esistono anche reader dedicati ai bambini, ma con mercato più limitato e pochi titoli. C'è anche Android di Google. Meno libri delle altre piattaforme, se si escludono le versioni digitali dei libri tradizionali (ma in Italia non disponibili). Ottime comunque alcune 'antologie' di libri interattivi, solo in inglese. Negli Usa, infine, gioca un ruolo speciale il lettore digitale di Barnes & Noble, Nook. Disponibile come Kindle di Amazon sia in versione inchiostro digitale che tablet, Nook è molto amato dai bambini e ragazzi (e dai loro genitori) perché sono presenti sia libri per adolescenti che libri per bambini in versione 'potenziata', cioè con la lettura ad alta voce, che non è optional in questo settore. Sono come i vecchi libri di fiabe, ma senza bisogno di un adulto che li legga ad alta voce.

L'app candidata all'Oscar.
Loro sono i MoonBoot Studios. Sono stati candidati per l'Oscar nella categoria corti animati. Il loro The Fantastic Flying Books of Mr. Morris Lessmore è stato oltre a un film anche una applicazione per iPad. E domani sarà un libro di carta.

Da vedere.
Il video con un assaggio dell'animazione si trova su: http://tinyurl.com/7xz254g
Per l'applicazione invece: http://youtu.be/z38EdtRHlnA

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi