Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 14 febbraio 2012 alle ore 11:08.

My24

Nel 2011 i telefonini intelligenti hanno fatto il pieno di vendite: è un dato risaputo, ma stando ai dati resi noti ieri da GfK Retail and Technology, la crescita della domanda di smartphone in Europa (25 i Paesi interessati dall'indagine) è stata negli ultimi 12 mesi la più alta di sempre, toccando il 67% rispetto all'anno precedente.

I consumatori del Vecchio Continente, questo il dettaglio complessivo, hanno acquistato 258 milioni di telefoni cellulari, con una crescita del 3,2% rispetto al 2010. L'incidenza degli apparecchi con funzionalità Internet e multimediali è passata invece dal 22% al 36% - oltre 85 milioni gli smartphone quindi distribuiti sul mercato - e tale percentuale è ulteriormente aumentata nel mese di dicembre 2011, toccando il 45%.

Sotto Natale si è arrivati vicini a un traguardo impensabile solo fino a qualche anno fa, e cioè il sorpasso dei telefonini intelligenti a danno di quelli tradizionali. E questo grazie a trend di incremento delle vendite a due cifre praticamente ovunque, con percentuali secondo Gfk variabili tra il 35% del Regno Unito e il 105% dei paesi dell'Europa Orientale (Kazakhistan, Russia, Turchia e Ucraina).

Il Regno Unito, con una quota a volume superiore al 17%, è stato nel 2011 il mercato più importante in Europa per gli smartphone seguito da Germania, Austria e Svizzera, che complessivamente sviluppano un altro 16% del totale del venduto. Un ultimo dato interessante da rilevare riguarda infine il prezzo medio di un telefono cellulare acquistato nei 25 Paesi oggetti di studio, che è cresciuto dell'8%tra il 2010 e il 2011 attestandosi a circa 200 euro.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi