Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 13 aprile 2012 alle ore 14:12.

My24
Tablet a quota 120 milioni. Nel 2015 un terzo finirà nelle aziendeTablet a quota 120 milioni. Nel 2015 un terzo finirà nelle aziende

Le vendite di tavolette multimediali agli utenti finali, nel 2012, arriveranno a sfiorare il tetto dei 120 milioni di unità (per la precisione saranno 118,9 milioni) con un incremento del 98% rispetto ai volumi consolidati nel 2011, quando la domanda di iPad e simili si fermò a quota 60 milioni.

La fotografia è di Gartner e dagli analisti della società di ricerca americana sortisce anche un altro importante dato, e cioè quello relativo alla percentuale di tablet che finiranno dentro le aziende. Percentuale che, nel 2015, si attesterà al 35% grazie alla progressiva affermazione del fenomeno Byod (Bring your own device) e relativa penetrazione dei prodotti consumer nel tessuto enterprise.

A livello di sistemi operativi, Apple iOs continuerà però (come previsto) a giocare ancora per un bel po' la parte del leone. Gli iPad, quest'anno, cattureranno secondo Gartner il 61,4% delle vendite e guideranno la classifica fino a tutto il 2016, quando si presume saranno poco meno di 370 milioni i tablet che finiranno nelle tasche di consumatori, professionisti, manager e addetti aziendali. Di questi, circa 170 milioni avranno il logo della Mela, 138 milioni saranno motorizzati Android (Google quest'anno si dovrà accontentare di una quota pari al 31,9%) e 44 milioni avranno a bordo Windows 8.

Il botto di vendite di gadget come il Kindle Fire di Amazon o l'atteso sbarco sul mercato dei prodotti basati sul nuovo sistema operativo di Microsoft (per cui si prevede una domanda di circa 4,8 milioni di unità già nel 2012 e una market share dell'11,8% nel 2016) non impediranno quindi ad Apple di ritagliarsi ancora per un quadriennio la posizione di dominatrice assoluta di questo comparto. Comparto che, numeri alla mano, non rischia di fare la fine di quello dei netbook.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi