Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 17 aprile 2012 alle ore 08:52.

My24

Un debutto che fa sicuramente rumore. Quello, prossimo a materializzarsi, di Ikea nel mercato dell'elettronica di consumo al fianco di un produttore cinese, TCL Multimedia, azienda sul mercato anche con i marchi Rowa, Thomson e Rca e capace nel 2011 di vendere poco meno di 11 milioni di televisori Lcd.

La notizia è ufficiale e il più grande fornitore al mondo di mobili e accessori per la casa è pronto quindi a battagliare con le grandi firme del settore consumer con prodotti – televisori Lcd connessi a Internet, sistemi audio senza fili, lettori Cd, Dvd e Blu Ray - appositamente sviluppati e disegnati per essere integrati nelle sue infinite linee di salotti, librerie, scaffali e quant'altro. I primi frutti del nuovo corso Ikea si vedranno in giugno in cinque città europee, sette Paesi del Vecchio continente saranno raggiunti in autunno mentre si andrà all'estate del 2013 per tutti gli altri mercati coperti dal gigante svedese.

Dopo lavastoviglie, piani cottura e altre apparecchi di marca (Whirpool ed Electrolux), soluzioni già oggi proposte (a prezzi inferiori a quelli fissati a listino dalle grandi catene al dettaglio) come accessori integrati per le cucine, Ikea prova a ripetere l'esperimento con i dispositivi per l'intrattenimento. E la portata della nuova sfida emerge chiaramente dalla parole rilasciate all'agenzia Reuters da Magnus Bondesson, numero uno della divisione living room della società: "è un grande passo in avanti per noi. Avremo un'offerta unica nel mercato, stiamo lanciando un nuovo modello per cui il consumatore potrà acquistare in un unico luogo arredi e prodotti elettronici per la casa concepiti per convivere perfettamente".
Quanto ai costi, sicuramente uno dei fattori chiave della scommessa Ikea, una delle combinazioni base dovrebbe costare circa 6.500 corone svedesi, l'equivalente di 730 euro.

Commenta la notizia