Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 22 febbraio 2013 alle ore 19:16.

My24

"Ma sei veramente un colonnello? Quando sei in aria non senti nostalgia della tua famiglia?" e così via. Un vero e proprio fuoco di fila di domande, tanto ingenue quanto importanti, che i ragazzi delle elementari di una scuola di Torino hanno posto oggi a Luca Parmitano, il quarto italiano ad andare sulla Stazione Spaziale Internazionale, Iss, e soprattutto il primo selezionato per effettuare due Eva, attività extraveicolari. Due passeggiate nello spazio insomma.

Importante la missione che partirà da Baikunur il 28 maggio prossimo: per la prima volta si sperimenterà un viaggio da terra alla Stazione in sole 6 ore, invece delle consuete 48. Parmitano partirà con due compagni e troverà altri tre astronauti nelle Iss, un soggiorno di sei mesi con una serie di attività precise da compiere, fra cui Green Air, un esperimento per ridurre al minimo i prodotti nocivi prodotti nelle combustioni.

Da domani tornerà al suo ruolo di astronauta al 100%, un privilegio incredibile confessa, ma in questi tre giorni è stato nelle scuole di Roma, Napoli e Torino per portare a ragazzi e ragazze di varie età, dai 6 ai 18 anni, il messaggio della passione per il cielo, lo spazio, l'avventura, ma anche e soprattutto la scienza. "Se avrò fatto scoccare la scintilla per la scienza e la tecnologia in qualcuno di questi ragazzi allora avrò raggiunto l'obiettivo" dice. Di sicuro il tono giusto per parlare ai giovani lo conosce visto l'entusiasmo con cui è stato accolto e anche perché, candidamente ammette a chi gli chiede quando scoccò quella scintilla per lui, "fu circa 30 anni fa". E Parmitano di anni ne ha 36. La missione si chiamerà "Volare", il titolo della italianissima canzone dell'indimenticabile Domenico Modugno conosciuta e cantata in tutto il mondo.

Soddisfatto il presidente della nostra Agenzia Spaziale, Enrico Saggese, per la fiducia ancora una volta dimostrata da Nasa nelle capacità di preparazione dei nostri astronauti.

Italianissimo anche il menù a bordo della prossima missione, grazie alla presenza dell'astronauta italiano, dalle Lasagne e parmigiana di melanzane al Tiramisù come dessert, tutto realizzato da un'equipe di tecnologi assieme allo chef Davide Scabin, due stelle Michelin. Anche se il tutto è mantenuto sottovuoto una volta tanto sulla Iss si mangerà in modo decente.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi