Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 01 marzo 2013 alle ore 07:59.

My24

Superano la soglia record di 32 dollari i Bitcoin scambiati nel Mt.Gox: è il principale luogo su internet per la contrattazione della moneta digitale distribuita e anonima. A sostenere l'incremento ha contribuito un accordo del Mt.Gox, operativo dal Giappone, con un partner che semplificherà l'accesso agli utenti dagli Stati Uniti e dal Canada. Inoltre sono state introdotte maggiori misure per la sicurezza delle transazioni. Negli ultimi mesi i Bitcoin hanno conquistato consensi. E si moltiplicano le iniziative soprattutto sul web.

È grazie a un'intesa con la startup CoinLab e con la Silicon Valley Bank che il Mt.Gox faciliterà le operazioni dagli Usa e dal Canada. In questo modo può accelerare l'espansione in Nordamerica. Si diffonde inoltre l'adozione del conio elettronico. L'Internet Archive è un'organizzazione non profit che gestisce un'immensa biblioteca delle memorie del web: ha iniziato ad accettare donazioni in Bitcoin e i suoi dipendenti hanno anche chiesto di ricevere lo stipendio nella valuta digitale.

Altri hanno deciso di permettere versamenti con la moneta distribuita e anonima, come ad esempio la community di Reddit e la piattaforma di blog WordPress. Sono impiegati inoltre nei pagamenti di giochi online. Pochi mesi fa una startup, Coinbase, ha abilitato le transazioni in Bitcoin associate a conti correnti bancari negli Stati Uniti: in un mese ha dichiarato di aver registrato acquisti e vendite per un milione di dollari. Pizza for Coins, invece, è uno spazio online per ordinare pizze con il conio digitale, ma attivo soltanto negli Usa.

I Bitcoin sarebbero opera di uno sviluppatore software giapponese, Satoshi Nakamoto, anche se la sua identità sembra che sia fittizia e potrebbe essere il nome collettivo di un gruppo. Hanno debuttato su internet nel 2009. Dopo una bolla speculativa nel 2011 hanno conquistato una crescente attenzione soprattutto nelle comunità di appassionati di tecnologie.

Commenta la notizia