Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 27 maggio 2013 alle ore 13:21.

My24

La politica energetica del Brasile attira gli investimenti esteri, anche italiani. Il Paese sudamericano cresce e investe 200 miliardi di euro sulle energie "pulite", che rientrano in un piano decennale per l'energia programmato dal governo federale fino al 2020. La seconda edizione di EnerSolar+ Brasil, manifestazione dedicata all'energia solare in programma dal 17 al 19 luglio 2013 a San Paolo, registra un notevole incremento di espositori. Le aziende già iscritte sono infatti oltre 90, con un grande aumento in termini sia di presenze espositive (+290%) sia di metri quadri (+207%) rispetto all'edizione precedente, e numerose altre adesioni sono attese nelle prossime settimane.

Tra gli espositori alla manifestazione, organizzata dall'italiana Artenergy Publishing in collaborazione con Cipa-Fiera Milano, ci sono A.G.A. Brasil, AV Project, Axitec, Brandoni Solare, Electro Solar, Energybras, Energy Team Brasil, ET Solar, FVG Energy, Gamesa Electric, Isofoton, LDK, Meyer Burger, PM Service, Proinso, Schletter, Yingli. Le aziende provengono, oltre che da Brasile e Italia, da Argentina, Australia, Cina, Francia, Germania, Portogallo, Spagna e Stati Uniti.

La stada dei mercati esteri è stata intrapresa da tempo delle aziende italiane del settore, nel momento in cui incertezza normativa e incentivi meno generosi rendono l'Italia meno attraente rispetto a un paio di anni fa. Promos-Camera di commercio di Milano ha organizzato un tour a Fortaleza e San Paolo per le aziende lombarde della filiera delle energie rinnovabili che parteciperanno, inoltre, alla manifestazione. L'iniziativa, organizzata con il supporto del consolato generale italiano a San Paolo, prevede una presentazione del mercato e delle opportunità di business esistenti, numerosi incontri b2b con operatori locali e visite aziendali.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi