Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 31 maggio 2013 alle ore 17:55.

My24

Facebook cresce nell'uso e nella quotidianità degli italiani tra i social network che la Rete offre, ma a sorpresa è seguito da due servizi meno "pubblicizzati" come Google+ e Linkedin, mentre diminuisce la diffusione di Twitter e dei suoi messaggini di 140 caratteri.
Il dato è stato diffuso oggi nella giornata iniziale di State of the Net, la conferenza sullo stato della rete in Italia, apertasi a Trieste, riunendo esperti da tutto il mondo.

L'analisi è stata condotta e illustrata da Vincenzo Cosenza, della società Blogmeter. Il social network di Mark Zuckerberg ha 22,7 milioni di utenti mensili, e tra il 2012 e il 2013 è cresciuto del 4,7%, Google+ ne ha 3,8 milioni (+56,7%), Linkedin 3,5 milioni (+18,3%) e Twitter 3,3 (-11,6%). Gli utenti attivi in Italia su Facebook sono 14 milioni, 10 attraverso una piattaforma e circa 5 (nel 2012 erano zero) solo via mobile; ogni mese sono 3 miliardi i 'likè, 288 milioni le fotografie caricate, 3,5 miliardi i messaggi privati e 2 milioni i "check-in" in luoghi fisici.

Ma l'analisi dello "Stato della rete" ha mostrato che dietro le parole si nasconde un "mood", una sensazione e un "sentimento del tempo". Analizzando Twitter, Blogmeter ha sottolineato che nel 2013 il sentimento prevalente è stato il pessimismo. Un atteggiamento particolarmente negativo nei periodi delle elezioni e dello stallo politico prima, e nei giorni delle elezioni del Presidente della repubblica poi. Unici "picchi" positivi a Capodanno e a San Valentino. Altro momento di forte emotività in rete è stata l'elezione di papa Francesco, il 13 marzo scorso. Prevalenza invece di 'disgustò, 'rabbià e 'tristezzà nei giorni che hanno portato alla rielezione di Napolitano (20 aprile).

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi