Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 03 febbraio 2014 alle ore 20:02.

My24

L'azienda farmaceutica israeliana Oramed ha annunciato di avere testato positivamente per una settimana l'efficacia di una capsula a base di insulina su 30 pazienti malati di diabete del tipo 2. Si tratta della seconda fase della sperimentazione del farmaco, che apre la strada a una prova su scala più ampia e, se anche questa dovesse avere successo, alla commercializzazione.

Si tratterebbe di un risultato auspicato da vari decenni, che vedrebbe i malati di diabete liberi dalla schiavitù delle quotidiane iniezioni di insulina.
L'obiettivo di somministrare l'insulina per bocca si scontra col fatto che la molecola viene distrutta dagli enzimi della digestione. Per questo normalmente la si inietta per endovena. Si tratta però di una pratica, oltre che scomoda, anche pericolosa, poiché si rischia il sovradosaggio e l'ipoglicemia, con conseguenze anche mortali. Al contrario l'insulina somministrata per bocca passerebbe prima per il fegato, che ne regolerebbe in modo naturale il flusso verso l'organismo.

Sembra ora che Oramed sia riuscita a trovare un modo per far passare indenne l'insulina attraverso i succhi gastrici, utilizzando una tecnologia battezzata Pod (Proteine oral delivery): le capsule attraversano chiuse lo stomaco, proteggendo il proprio contenuto,
per poi aprirsi nell'intestino tenue dove il farmaco viene assorbito. In questo modo ha battuto sul tempo la concorrente Novo Nordisk, azienda farmaceutica danese che ha allo studio una propria versione dell'insulina in pillole, ma non è ancora arrivata a questa fase della sperimentazione.

Al mondo più di 382 milioni di persone soffrono di diabete, di cui il 90% del tipo 2. Oramed ha comunque in programma sperimentazioni anche per capsule contro il diabete del tipo 1. Nel corso del 2014 verrà effettuato un nuovo test, questa volta su un campione di 150 persone, sufficientemente ampio da poter valutare l'efficacia del farmaco in modo statisticamente significativo. Solo se anche questa fase avrà successo potremo ritenere imminente l'arrivo dell'insulina orale nei negozi.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi